L’italiana Filoblu tra le “1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2020”

FiloBlu, business accelerator che supporta le aziende nella crescita on & offline fornendo soluzioni custom-made e visione strategica, è stata selezionata da Financial Times per entrare a far parte della FT 1000 Europe’s Fastest Growing Companies 2020 per il quarto anno consecutivo, dalla prima premiazione nel 2017. Il ranking dell’autorevole giornale economico-finanziario britannico, pubblicato sul sito ft.com e in un report che sarà disponibile in edicola dal 23 marzo, seleziona e include quelle società che nell’anno fiscale si sono distinte per gli ottimi risultati in termini di fatturato e le migliori performance a livello continentale.

Un segno di riconoscimento dell’innovazione e della crescita a cui FiloBlu ha lavorato nel corso degli anni, dimostrando la sua solidità nel supporto dei brand che vogliono far fronte alle nuove sfide globali del mercato. All’interno della classifica, tra le aziende italiane nella sezione di riferimento Management Consulting, FiloBlu si distingue inoltre per essere la società con il più alto numero di dipendenti e fatturato (nel 2018).

Fondata da Christian Nucibella, FiloBlu lavora alla creazione di un legame profondo e duraturo tra brand e consumer all’interno di un contesto in continuo cambiamento, supportando il business in numerosi settori tra i quali fashion, food e lifestyle, e ha raggiunto oggi un successo col quale celebra orgogliosamente dieci anni di attività. Pr questo èroprio in queste settimane di emergenza coronavirus ha stilato un piano di sviluppo per aiutare i brand-clienti nell’affrontare i cambiamenti necessari.

 

“L’uomo ha storicamente incrementato il numero di interazioni con persone e cose” spiega Christian Nucibella, CEO&Founder “Da qui la necessità di gestire con sempre maggiore expertise il rapporto tra brand e persone, attraverso un approccio imprenditoriale capace di riconoscere velocemente le nuove opportunità di crescita e business e portarle avanti sperimentando con proattività e progettualità. Essere premiati da realtà prestigiose dimostra e certifica la solidità della nostra azienda, che può vantare una crescita costante e sostenibile, dalla sua fondazione nel 2009 ad oggi. Non un punto di arrivo ma uno stimolo nel portare avanti il nostro percorso di sviluppo internazionale, ponendoci come elemento di congiunzione tra il mondo digitale e quello fisico”.

I risultati raggiunti sono il frutto della cooperazione di circa 160 esperti in business analysis, strategie, creatività, retail, legge, operation&tech, comunicazione e marketing e dei costanti investimenti in ricerca e innovazione. Fattori, questi, che sono valsi a FiloBlu diversi riconoscimenti anche negli anni scorsi: l’inclusione nella FT 1000 Europe’s Faster Growing Companies negli anni 2017, 2018 e 2019 e nella classifica “Leader della Crescita” de Il Sole 24 Ore e Statista nel 2019 e 2020; e ancora il riconoscimento Technology Fast 500 Emea (dal 2015) e Best Managed Companies di Deloitte dal 2018 in avanti.

CORONAVIRUS: UN PIANO D’AZIONE PER ACCOMPAGNARE LE AZIENDE E IL LORO BUSINESS 

FiloBlu ha dato il via a un piano d’azione per affrontare le difficoltà legate all’epidemia da coronavirus e rispondere all’emergenza in maniera consapevole. “Il nostro approccio attivo considera la crisi come uno dei possibili rischi intrinsechi al fare impresa. Ogni progetto è suscettibile di cambiamenti più o meno impattanti, che possono portare per un breve periodo anche a una modifica significativa delle attività ordinarie. L’importante è abituarsi all’azione, non alla reazione casuale”, spiega Christian Nucibella, CEO & Founder della società. Molte le strategie già in atto, per un modello di crisis management a tutto campo. 

Si passa dal contatto con gli operatori doganali, con le società di shipping e di warehousing per individuare le migliori alternative al fine di sbloccare velocemente la merce. Ma anche da continui scouting per ottimizzare i costi, minimizzare i ritardi di consegna e far superare la diffidenza generale verso i prodotti trasportati. Inoltre, attraverso i centri customer care in Cina, FiloBlu è in contatto con i consumatori locali, aggiornandoli sulle tempistiche di consegna, la sicurezza dei corrieri, evitando così cancellazioni degli ordini e perdite per i brand-clienti. 

In generale, in casi di emergenza come questa, il primo step è la comprensione della problematica attraverso la raccolta e l’organizzazione delle informazioni. Si predispone poi una mappatura delle criticità con una logica di priorità. A questo segue un costante lavoro di comunicazione sia verso i brand clienti che i consumatori finali in modo tale da rassicurare entrambi e minimizzare perdite economiche e di immagine. Infine si prepara un action plan per la soluzione della problematica offrendo strategie alternative. 

Sempre in ottica di visione a lungo termine come supporto a tutto tondo ai brand-clienti, la società specializzata in soluzioni integrate, tangibili e sostenibili, ha già implementato nuovi modelli da adottare nel caso l’epidemia dovesse avere impatti a lungo termine. “Stiamo valutando nuove modalità di reazione per venire incontro alle esigenze dei consumatori cinesi. Sono in via di definizione dei reaction plan per minimizzare le eventuali perdite economiche. Siamo pronti da un lato a far investire i nostri clienti su altri Paesi per un effetto complessivo positivo, mentre per quanto riguarda lo specifico mercato asiatico sono all’ipotesi delle azioni di ramp-up per il riavvio delle attività, oltre a un dialogo con lo Stato cinese per capire quali soluzioni vengono offerte a supporto”. 

Un approccio proattivo che parte già dalla organizzazione interna. I casi di contagio manifestatisi in Italia non hanno infatti colto di sorpresa la società, che grazie all’architettura organizzativa snella e alla strumentazione altamente tecnologica ha potuto avviare fin da subito lo smart working per tutti i dipendenti che ne chiedessero la possibilità, nelle tre sedi principali del gruppo (Milano, Venezia, Napoli).

Fonte : Affari Italiani