Ian McDiarmid rivela altri dettagli sul clone di Palpatine ne L’Ascesa di Skywalker

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è uscito nelle sale ormai oltre tre mesi fa, ma ancora continua a far parlare di sé, soprattutto per alcune parti più confuse della sua trama. Proprio nei giorni scorsi, il romanzo del film ha confermato che quello che abbiamo visto è in realtà un clone del corpo del Palpatine originale.

Infatti, lo spirito del Palpatine ucciso da Darth Vader in Episodio VI sarebbe stato trasferito in quello che sarebbe a tutti gli effetti un clone del corpo dell’Imperatore. Oggi, lo stesso Ian McDiarmid, interprete del personaggio fin dalla sua prima apparizione ne Il Ritorno dello Jedi, ha confermato il fatto che la clonazione è stata utilizzata nella storia: “La clonazione? Sì. Certamente ci sono state tutta una serie di spiegazioni sul perché del ritorno del mio personaggio. E’ interessante perché, e credo di rivelare qualcosa, a un certo punto lo script conteneva quella parola nella scena del primo incontro con Adam [Kylo Ren], quando quest’ultimo dice: ‘Tu sei un clone’ e io – sempre nello script originale che non è più tra noi – rispondevo: ‘Più che un clone, meno che un uomo’. Questo per me spiegava un po’ le circostanze, perché sappiamo che la macchina da presa ha già mostrato i vari cloni di Snoke nelle vasche, che avrete probabilmente notato“.

McDiarmid ha quindi aggiunto: “Così Snoke era un clone e Palpatine il responsabile di tutto. Ha realizzato tutto lui, in un modo o nell’altro. Si parla di potere. Se tornate indietro e guardate i film nella sequenza corretta, scoprirete che lui è sparso ovunque in tutti i film, è quel senso del malvagio. Ogni volta che qualcuno commette un atto malvagio, c’è lui dietro, a causa della sua influenza. Sia in pubblico che in privato“.

In molti, infatti, avevano storto il naso davanti alla mancanza di spiegazioni ricomparsa di Darth Sidious, alle cui dinamiche si è fatto riferimento nel corso del film solo con un paio di battute tutt’altro che esplicative. Ora, grazie a McDiarmid, sappiamo che la prima versione della sceneggiatura di J.J. Abrams e Chris Terrio aveva accennato al fatto che il Palpatine che vediamo fosse in realtà un clone, senza lasciare altri dubbi in merito alla questione.

Per quanto riguarda L’Ascesa di Skywalker, pare che le cifre dell’incasso siano merito degli spettatori infrasettimanali, che hanno dato un apporto significativo al box-office del film. Per altri approfondimenti, vi rimandiamo alle ultime parole di Ben Solo a Rey.

Fonte : Everyeye