Coronavirus, quattro casi accertati localizzati a Castiglione d’Adda: “Tre sono pensionati”

Gli altri quattro uomini contagiati dal 38enne di Codogno, risultato positivo al Coronavirus, sarebbero rimasti infettati in un bar. Ma secondo le ultime indiscrezioni riportate dall’Ansa, i tre clienti del locale di Castiglione non sarebbero mai entrati in contatto col 38enne in gravi condizioni. Al contrario loro, però, il figlio del titolare dell’attività avrebbe giocato a calcio proprio con l’uomo.

Quattro delle sei persone contagiate sono residenti a Castiglione d’Adda

Intanto l’assessore al Welfare della Lombardia Giulio Gallera ha rivelato che ci sono “altri otto casi accertati: cinque sono medici, tre sono pazienti”. Salgono quindi a 14 i casi di Coronavirus in Lombardia dopo i primi 6 individuati sino alle prime ore del pomeriggio. Di queste, i quattro contagiati al bar sono di Castiglione d’Adda, come confermato dal sindaco del paesino nel Lodigiano. Uno è amico della copia contagiata, mentre gli altri tre clienti di un bar sarebbero dei pensionati. Questi ultimi non avrebbero avuto rapporti diretti con il 38enne. A Castiglione, Codogno e Casalpusterlengo, tutta la popolazione è stata invitata a rimanere a casa.

A Castiglione d’Adda chiusi gli uffici pubblici

A Castiglione d’Adda il sindaco Costantino Pesatori ha deciso di chiudere da domani gli uffici comunali e la biblioteca comunale. Dal pomeriggio, inoltre, tutte le attività ricreative, sportive e non, sono interrotte in paese. Chiuso anche il centro di raccolta rifiuti comunale. Il vice sindaco di Castiglione d’Adda Stefano Priori ha parlato a Fanpage.it delle contromisure che il Comune sta adottando: “È stato annullato il carnevale, stiamo aspettando delle ordinanze ben precise”.

Fonte : Fanpage