Musei su Instragram sempre più mainstream, il Moma ha quasi 3 milioni di follower

Una vetrina interattiva attraverso la comunicare ai visitatore, effettivo o potenziale, gli aggiornamenti utili a stimolare la partecipazione: è questo oggi Instagram per i musei, che, nell’ottica di un utilizzo strategico e inclusivo, scelgono oggi di ampliare lo sguardo alle piattaforme social. Con oltre un miliardo di utenti attivi e sempre più funzioni che spaziano dai filtri delle stories all’e-commerce, Instagram si riconferma, anche per l’appena iniziato 2020, uno dei social più utilizzati al mondo.
Del resto, Instagram di immagini si alimenta e vive, ma può configurarsi come spazio ibrido e multidimensionale in grado di soddisfare diverse esigenze, da quelle divulgative a quelle commerciali, ma anche dialettiche ed esortative.

Quali sono i musei con il numero maggiore di seguaci al mondo? E in Italia?

MoMA – The Museum of Modern Art (New York)

Moma-3                           

Il museo di arte moderna più famoso al mondo ha un profilo Instagram che conta finora 4,9 milioni di follower. In “vetrina” le opere delle collezioni, ma anche delle mostre temporanee e ampio spazio a eventi e rassegne, in particolar modo attraverso le storie in evidenza “This week”, dove si rimanda alle attività in programma per la settimana. 

Musée du Louvre (Parigi)

Louvre-2

Il noto museo francese conta 3,7 milioni di follower. Le immagini restituiscono non solo la bellezza delle collezioni ma anche degli ambienti che le accolgono. Emoticon e hashtag coinvolgenti rendono fruibile ogni genere di messaggio. 

The Met (New York)

Met-3
Torniamo a New York per il Museo che conta 3.5 milioni di follower. “Cinquemila anni di storia dell’arte da ogni parte del mondo” restituita anche attraverso una grafica innovativa e accattivante e moltissime storie in evidenza. 

Tate (Inghilterra)

Tate-2
L’account del Tate conta 3,3 milioni di follower. Raccoglie le iniziative di varie gallerie: Tate Britain, Tate Modern, Tate Liverpool & Tate St Ives. Un account che come obiettivo dichiarato ha quello di “aumentare il divertimento e la comprensione dell’arte da parte di tutti”, a partire dal coinvolgimento di artisti ospiti delle gallerie e la narrazione dei progetti in corso.

In Italia è senza dubbio la Galleria degli Uffizi a mostrare la strategia più innovativa sul fronte social. Oltre 400mila follower, coinvolti nella narrazione ed interpretazione delle opere presenti nella collezione, degli appuntamenti e degli artistii, sia in italiano che in inglese.

Uffizi-6

Fonte : Today