Montesanto, accoltellati due operai: avevano sporcato per errore un motorino

in foto: immagine di repertorio

Un giovane di 24 anni, con precedenti di polizia, è stato denunciato dalla polizia per lesioni personali aggravate: è accusato di avere ferito a coltellate due operai, “colpevoli” di avere sporcato per errore, mentre stavano lavorando, lo scooter di una donna parcheggiato accanto al loro cantiere. Il ragazzo, G. V., è stato identificato dagli agenti del commissariato Dante grazie alle descrizioni delle vittime, era in un garage poco distante dal luogo del ferimento.

L’aggressione risale a mercoledì mattina, 19 febbraio. I due operai, padre e figlio di 42 e 18 anni, erano in piazzetta Bianchi allo Spirito Santo, nella zona di Montesanto, nel centro di Napoli. Stavano lavorando sul tetto della chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini, accidentalmente avevano fatto cadere delle gocce di asfalto liquido che erano finite sulla sella di uno scooter parcheggiato in strada. Era subito arrivata la proprietaria del motorino, che aveva cominciato ad inveire verso di loro.

Poco dopo si era avvicinato un uomo, successivamente identificato nel 24enne. Armato di coltello, il giovane li aveva aggrediti e feriti e subito dopo si era allontanato; il 18enne era stato colpito alla testa, il 42enne invece era stato accoltellato; refertati al Pronto Soccorso del vicino ospedale dei Pellegrini, erano stati dimessi dopo le visite di controllo con una prognosi di pochi giorni. I due avevano descritto l’aggressore alle forze dell’ordine, permettendo agli agenti di rintracciarlo poco dopo; il giovane è ritenuto responsabile di lesioni personali aggravate, minacce e porto senza giustificato motivo di arma bianca.

Fonte : Fanpage