Lazio, che festa Immobile. Oltre tabù e scaramanzia: “Vinciamo lo Scudetto”

Sogni di gloria in casa Lazio. Dopo la convincente vittoria sull’Inter nella scorsa giornata di Campionato la squadra biancoceleste ha agganciato il secondo posto in classifica: a meno uno dalla Juventus e a più due dai neroazzurri di Antonio Conte. A debita distanza le dirette concorrenti per un posto in Champions League: Atalanta a -11 e Roma a -17. 

La Lazio sogna lo Scudetto

Ma agli uomini di Simone Inzaghi l’Europa che conta, piazzamento che la Lazio manca da anni, sembra stare stretto. Nel treno della vetta della classifica, tre squadre in altrettanti punti, ci sono anche loro. Così a Formello vietato sognare. 

Caicedo carica la squadra: “Vinciamo lo Scudetto”

La parola “Scudetto”, sino ad ora solo sussurrata e da molti censurata per scaramanzia, non è più un tabù. Ci credono eccome i calciatori della Lazio. A caricare la squadra, come già accaduto in occasione della cena di Natale, il solito Felipe Caicedo protagonista in campo e fuori. 

Ieri sera a Palazzo Brancacco, dove Ciro Immobile ha festeggiato i suoi 30 anni in una serata tutta in stile “Il grande Gatsby”, l’attaccante sudamericano ha caricato i compagni. Tutti sul palco per la consegna del regalo hanno incitato Ciacedo a rivelare l’obiettivo della stagione, lui non si è tirato indietro: “Vinciamo lo Scudetto!” – ha detto al microfono di Immobile in una inedita versione “conduttore”.  Poi l’urlo dei compagni e gli abbracci come dopo un gol. Come se potesse realizzarsi. Il sogno della Lazio è ancora li. 

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Attenti solo un istante
Forse potrebbe interessarti

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Fonte : Roma Today