Serie A, VAR Room centralizzata a Coverciano dalla stagione 2020/2021

Grandi novità per il VAR dalla prossima stagione. L’Aia ha annunciato che, nella direzione di una maggiore uniformità nelle valutazioni, a Coverciano verrà istituita una VAR Room centralizzata, sull’esempio del modello tedesco e dei Mondiali di Russia 2018 e che ci saranno arbitri specializzati soltanto per l’utilizzo del VAR, e non solo. Si tratta di due progetti che riguardano proprio l’organizzazione del supporto tecnologico a cui l’associazione degli arbitri stava lavorando da diverso tempo e che vedranno la luce dall’annata calcistica 2020/2021. Una vera e propria svolta: non più saletta in ogni impianto ma una sola cabina di comando per analizzare le situazioni di gioco e migliorare il Video Assistant Refree.

Marcello Nicchi, il presidente dell’AIA, aveva promesso di inaugurare la “VAR Room” a metà gennaio ma così non è stato e il progetto, come già anticipato, prenderà corpo soltanto dal prossimo anno. Il numero uno dell’associazione degli arbitri si era espresso così su questa nuova esperienza poche settimane fa:

La VAR Room a Coverciano sarà una svolta per il calcio italiano. Stiamo lavorando alla struttura, anche il presidente Figc Gravina si sta impegnando insieme con noi. Con la sala VAR sarà anche più facile spiegare le decisioni. Se noi siamo a Coverciano, in qualunque caso ci sia da spiegare un episodio, lo faremo in diretta.

Il comunicato dell’AIA

Questa la parte del comunicato dell’Associazione Italiana Arbitri in cui viene ufficializzata la novità introdotta a partire dalla stagione 2020/2021:

[…] Altro progetto importante che prenderà il via con la prossima stagione sportiva, una volta completata la realizzazione, sarà la VAR Room centralizzata presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano. Quella sede diventerà anche il luogo dove spiegare le decisioni arbitrali dal punto di vista tecnico-applicativo, ogni volta che ci sarà necessità, con la loro divulgazione pubblica.

Fonte : Fanpage