Putin risponde a Elton John: ‘La Russia non discrimina la comunità LGBTQ’

Sono arrivate fino a Mosca le dichiarazioni di Elton John in merito all’intervista rilasciata dal presidente russo Vladimir Putin al Financial Times, secondo il quale nell’ex paese della cortina di ferro non ci sarebbe “alcun problema con la comunità LGBT”, a patto che vengano rispettati i “valori tradizionali” condivisi dalla “maggioranza della popolazione”: “C’è una certa doppiezza nella tua dichiarazione secondo la quale vuoi che le persone LGBT ‘siano felici’ e che ‘non hai alcun problema in questo'”, aveva precisato la voce di “Tiny Dancer” sul proprio canale ufficiale Instagram, “Sarà, ma i distributori russi hanno scelto di censurare pesantemente il mio film ‘Rocketman’, tagliando tutti i riferimenti alla mia ricerca della vera felicità attraverso il mio rapporto che dura da 25 anni con David e la crescita dei nostri due bellissimi figli. Mi sembra, quindi, che ci sia ipocrisia”.

Putin non ha lasciato cadere la replica, e – intervistato dall’agenzia di stato Tass – a proposito delle accuse rivoltegli da John ha dichiarato: “Elton John si sbaglia”, ha chiarito il presidente russo, “Qui abbiamo un atteggiamento molto neutrale nei riguardi della comunità LGBT: abbiamo una legge, per la quale siamo stati molto criticati, che proibisce la propaganda dell’omosessualità presso i minorenni”.

“Personalmente rispetto molto Elton John”, ha concluso Putin: “Come musicista è un genio, e quando viene in Russia a esibirsi siamo sempre felici di sentirlo cantare”.

Fonte : Rockol