Bad Boys, 5 curiosità sul film

“Bad Boys For Life” sarà al cinema dal 20 febbraio 2020. Ecco alcune curiosità sulla celebre serie action

Il 20 febbraio 2020 giunge in sala “Bad Boys For Life”, terzo capitolo dell’apprezzata saga action con protagonisti Will Smith e Martin Lawrence. Una pellicola a lungo attesa dai fan, considerando come il secondo capitolo sia giunto al cinema nel lontano 2003. Ecco dunque alcune intriganti curiosità per calarsi al meglio nel mondo di “Bad Boys”, dal 1995 a oggi.

Differenti protagonisti

Una prima visione del film del 1995 vedeva come protagonisti altri due attori. Si trattava di Dana Carvey e Jon Lovitz, star comiche del Saturday Night Live. I recenti successi di Carvey attirarono la Disney, che al tempo era incaricata dello sviluppo della pellicola. Il comico, dapprima interessato, decise di tirarsi indietro in seguito ad altre chance lavorative. La scelta ricadde infine su Will Smith, che riuscì a ottenere la parte grazie al ruolo ricoperto nel “Il principe di Bel-Air”. Prima di lui però erano spuntati anche altri nomi, con Arsenio Hall per un lungo periodo in cima alla lista dei candidati.

Problemi con lo script

Nessuno sembrava apprezzare il primo script di “Bad Boys”. Secondo Michael Bay non c’era altro che una coppia di attori come protagonisti e la loro alchimia sul set. Svariate discussioni e polemiche, spesso rese pubbliche, portarono a una totale riscrittura. Un vero rischio, considerando come il compito venne affidato a un team composto da Michael Barrie e Jim Mulholland, che si erano occupati soltanto di sitcom e late show fino a quel punto.

Improvvisazione sul set

Michael Bay incoraggiava sul set Will Smith e Martin Lawrence a improvvisare il più possibile. Molti dei loro scambi nella pellicola sono frutto della loro fantasia. Il tutto per restituire al pubblico una vera e propria alchimia, dunque un rapporto quanto più possibile sincero tra due partner. Una battuta però non sembrava andar giù a Smith, che nel finale del primo film dice “I love you” a Martin Lawrence. Quel ti voglio bene, con tanto di tramonto sullo sfondo, non sembrava andargli giù. Bay però riuscì a portare la scena a casa, cruciale per chiudere il primo capitolo.

La madre di Michael Bay

Il regista Michael Bay organizzò una visione in anteprima di “Bad Boys” per sua madre Harriet. La donna si disse però preoccupata per il linguaggio della coppia di protagonisti. Le richieste di sua madre spinsero Bay a tornare in fase di editing, modificando alcune scene. Il film contiene ancora un bel po’ di “parolacce” nella sua versione finale, il che lascia immaginare quante ce ne fossero in precedenza.

I cambiamenti di Bad Boys For Life

Sono trascorsi ben 25 anni dal primo “Bad Boys” e tante cose sono cambiate. Non c’è Michael Bay dietro la macchina da presa del terzo capitolo, bensì Adil El Arbi e Bilall Fallah. Il compenso del regista dei primi due film era troppo alto per i costi di produzione previsti. Il pubblico potrà però rivedere alcuni volti noti, oltre a quelli di Joe Pantoliano e Theresa Randle, rispettivamente il capitano Conrad Howard e Theresa Burnett, sorella di Marcus.

Tra i nuovi personaggi invece spazio a Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig e DJ Khaled. Quest’ultimo è anche produttore esecutivo della colonna sonora, il cui singolo di punta è “Ritmo”, che vede come interpreti The Black Eyes Peas e J Balvi. I fan potranno dirsi soddisfatti dal fatto che un quarto capitolo è già stato annunciato. Atteso in sala nel 2021. 

Fonte : Sky Tg24