Premio maturità a chi prende 100 e lode: cala ancora l’importo del bonus per gli studenti

Dal 2007 è previsto un premio per gli studenti che ottengono 110 e lode alla maturità. Rientra nella “valorizzazione delle eccellenze” introdotta nel 2007 dall’allora ministro dell’Istruzione Giuseppe Fioroni ma dagli iniziali 1000 euro, dopo qualche anno la cifra si è progressivamente ridotta fino agli attuali 255 euro.

Tanto infatti riceveranno i diplomati del 2019 che hanno conquistato il massimo dei voti: a stabilirlo è l’apposita circolare del Miur, pubblicata lo scorso 13 febbraio.

Premio per gli studenti da 100 e lode, 255 euro per i diplomati 2019

Nel 2007 il bonus era stato fissato appunto a 1000 euro. Qualche anno dopo, nel 2010, era già sceso a 600. L’anno successivo l’importo era stato fissato a 500 euro, per poi calare a 450 nel 2014, a 370 nel 2016, a 340 nel 2017 e a 300 nel 2018, fino agli attuali 255 euro.

Come mai questo calo drastico? La causa va ricercata nell’aumento progressivo del numero dei diplomati che hanno avuto diritto al bonus. All’ultimo esame di Stato i diplomati con 100 e lode sono stati l’1,6% del totale rispetto all’1,3 dell’anno scolastico precedente, con 7.365 studenti meritevoli del bonus rispetto ai 6.004 del 2018. 

Maturità, come funziona il premio per chi prende 100 e lode

Il bonus viene erogato agli studenti direttamente dalla scuola, che riceve i fondi dall’Ufficio Scolastico Regionale, i quali hanno l’incarico di consegnarli ai diplomati che hanno ottenuto l’ambito 100 e lode non appena le somme vengono rese disponibili.  

Gli studenti da 100 e lode vengono inseriti nell’Albo nazionale delle eccellenze, che raccoglie i nominativi dei ragazzi più meritevoli e li mette a disposizione di università, accademie, istituti di ricerca e imprese.

Gli incentivi di tipo economico riconosciuti agli studenti che hanno conseguito livelli di eccellenza nell’ambito scolastico, sottolinea il sito del Miur citando una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate nel 2009, non sono sottoposti ad alcun regime fiscale in quanto tali “incentivi perseguono la finalità di interesse generale di stimolare e accrescere in senso ampio l’interesse degli studenti al conseguimento di un più elevato livello di formazione culturale e professionale”.

Fonte : Today