Mulan sarà il secondo remake live-action della Disney targato PG-13

A poche settimane dall’uscita nei cinema di tutto il mondo di Mulan, ci giunge la notizia che il film sarà il primo remake live-action dei Walt Disney Studios che arriverà in sala con una classificazione PG-13.

Si tratta del secondo film dell’etichetta dei remake live-action a subire questa sorte: l’ultimo lungometraggio animato dei Walt Disney Studios a guadagnarsi questa classificazione era stato Beauty and the Beast nel 2017.

La MPAA ha espresso la propria valutazione per un motivo preciso: sequenze di violenza durante il film. Cenerentola, Il Libro della Giungla, Il Re Leone, Dumbo e Aladdin avevano ricevuto tutti una votazione PG, mentre l’unica eccezione, La Bella e la Bestia, era stata valutata con un punteggio PG-13 a causa di “leggera violenza fantasy, sensualità e nudità parziale“.

Ricordiamo che il film perderà il suo mercato di punta, quello cinese, a causa dell’epidemia da Coronavirus, che ha costretto gli esercenti a chiudere tutti i cinema prima e dopo le festività del Capodanno Cinese. Diretto da Niki Caro, Mulan debutterà nelle sale italiane il 26 marzo 2020. Al contrario del film animato del 1998, come confermato di recente dalla regista, Mulan non conterrà canzoni e non proporrà una versione live-action di Mushu.

Quali sono le vostre aspettative? Ditecelo nei commenti.

Per altri approfondimenti recuperate il trailer finale di Mulan.

Fonte : Everyeye