Fonte Meravigliosa, mattina e sera il traffico è da bollino rosso: “Vanno riprogettate le rotatorie”

Allargare la piattaforma stradale, razionalizzare gli innesti e le vie d’uscita, inserire percorsi ciclo pedonali. E soprattutto ridisegnare le due rotatorie all’altezza dell’ex Dazio, su via Ardeatina.

La rotatoria dell’ex Dazio

In Commissione Mobilità di Roma Capitale sono approdate numerose proposte. Arrivano dal quadrante di Fonte Meravigliosa e Cecchignola. Quartieri al confine tra i municipi VIII e IX che, ogni giorno nelle ore di punta, sono costretti a fare i conti con il traffico. Gli automobilisti che arrivando da fuori Roma devono dirigersi verso il centro cittadino, cercano di bypassare la doppia rotatoria che, dal 2017, è stata realizzata all’altezza dell’ex Dazio. Non permettono infatti un’immediata svolta verso via di Vigna Murata e dunque in direzione del centro. 

Le scorciatoie che intasano il quartiere

“Gli automobilisti preferiscono passare dentro il quartiere, creando un ingorgo all’altezza di via del Casale Zola, dove transitano anche mille vetture l’ora – ha spiegato Carla Canale, presidente del Comitato di Quartiere di Vigna Murata”. Per raggiungere quella strada, finisce per congestionarsi anche via della Cecchignola. Tutto il quadrante, nelle ore di punta, resta quindi paralizzato.

Le proposte dei comitati

Il 17 febbraio, il tema, è stato affrontato in commissione mobilità. Sul posto i comitati di quartiere di Cecchignola e Vigna Murata si sono presentati forti delle loro proposte. Sono stati analizzati i flussi di traffico che i cittadini hanno rendicontato e sono state accennate anche le alternative trasportistiche. Da parte del Comitato Vigna Murata sono arrivati, tra gli altri i suggerimenti di allargare la piattaforma stradale passando da 2 a 3 corsie, di trasformare una lunga rotonda in due rotatorie interconnesse e di puntare sulla mobilità ciclo pedonale. 

La Commissione Mobilità

“Le idee dei due comitati – ha commentato Enrico Stefàno, presidente della commissione Mobilità di Roma Capitale – sono state valutate in via generale positivamente dai tecnici presenti di Roma Servizi per la Mobilità che, ovviamente, dovranno procedere a uno studio particolareggiato. Fondamentale anche l’apporto della Polizia Locale che ha proposto il restringimento di via di Vigna Murata per favorire la canalizzazione dei flussi e un ripensamento del sistema di rotatorie, oggi presente sulla zona, che non favorisce la piena sicurezza dei pedoni”.

Le prossime mosse

Dopo tanti anni, il problema del congestionamento del quadrante, è arrivato quindi sul tavolo di una commissione che si è anche impegnata, attraverso il suo presidente, ad organizza “già nelle prossime settimane, un sopralluogo, con il dipartimento Urbanistica e Lavori Pubblici di Roma Capitale, per cercare di predisporre nel breve periodo un modello di viabilità alternativa”. Le soluzioni, come i cittadini hanno già dimostrato, non mancano,.
 

Fonte : Roma Today