Natuzzi, il divano si acquista con gli Hololens

Grazie alla collaborazione con Micorsoft e ai suoi occhiali per la realtà aumentata, arriva l’integrazione tra digitale e negozio fisico

Prospettiva di un divano Natuzzi Italia attraverso gli Hololens 2

Natuzzi porta l’esperienza della realtà mista nei suoi negozi di arredamento. A Londra e New York i clienti possono già recarsi negli Augmented Store Natuzzi per visionare attraverso gli ologrammi degli Hololens 2 di Microsoft ogni singolo prodotto. Analizzarli da diversi punti di vista. Avvicinarsi e allontanarsi per vederli ambientati in diversi scenari. In Italia questa tecnologia sta per arrivare nei punti vendita, e noi l’abbiamo provata in anteprima all’interno degli stabilimenti della Natuzzi a Santeramo in Colle, in Puglia.

Osservare con attenzione la trama del tessuto di un divano oppure la lavorazione della pelle o ancora le cuciture. Ma anche cambiare colore ai cuscini e osare nuovi accostamenti. Quindi non più figure in 3D immerse nel vuoto, ma manufatti dotati di concretezza immersi in uno o più ambienti per aiutare i clienti a trovare il giusto mood.

Gli HoloLens 2 di Microsoft necessari per visitare l'Augmented Store di NatuzziGli Hololens 2 di Microsoft necessari per visitare l’Augmented Store di Natuzzi

Ologrammi, realtà virtuale e rendering

Grazie ai nuovi Hololens 2 di Microsoft il campo di visione garantisce una maggiore immersività e permette di visualizzare più ologrammi contemporaneamente. Anche chi ha gli occhiali da vista può indossarli tranquillamente. Questa nuova tecnologia, che da marzo entrerà progressivamente in tutti i negozi europei Natuzzi di proprietà, permetterà al cliente di manipolare gli ologrammi in modo altamente istintivo e naturale, come se fossero oggetti concreti nel mondo reale.

Ma non è obbligatorio indossare gli occhiali olografici di Microsoft per farsi un’idea di un modello in particolare della collezione Natuzzi Italia. La nuova customer experience offlife, a metà tra digitale e concreto, inizierà dalla nuova piattaforma e-commerce di Natuzzi, a breve online. Basterà inviare quattro immagini del locale in cui si vuole inserire il divano per avere grazie al configuratore 3D l’immagine digitalizzata del proprio ambiente e poterlo vivere in realtà virtuale. Bisognerà comunque recarsi in negozio e usare un visore VR comandato, come nel caso degli Hololens 2, da un operatore. Infine, scaricando sul proprio device l’app Natuzzi, si potrà avere a portata di mano il rendering a 360 gradi dell’ambiente studiato.

La trasformazione digitale

“Volevamo creare un’esperienza fluida e snella, adatta alle esigenze del cliente”, afferma Pasquale Natuzzi Junior che da 6 anni lavora alla trasformazione digitale dell’azienda. Natuzzi Italia ha infatti concepito un innovativo percorso per il cliente che, facendo leva sulla realtà mista, è in grado di aumentare il tasso di conversione degli ordini, riducendo i tempi della scelta d’acquisto e i costi per gli allestimenti dei negozi.

L'ologramma dell'ambiente visibile attraverso gli Hololens2 di MicrosoftUna simulazione dell’ologramma visibile attraverso gli Hololens2 di Microsoft

“Il mio sogno”, continua ancora Natuzzi Junior, “è aprire un piccolo negozio senza divani. Un luogo in cui sarà possibile respirare i profumi e vedere i nostri oggetti in realtà virtuale aumentata. E testare le differenti tipologie di imbottiture per determinare il comfort desiderato. Esperienze multisensoriali che hanno poco della fisicità tipica del nostro ambiente. Il primo passaggio sarà scendere dai 500/600 metri quadrati di uno store a una piccola station nelle gallerie dei centri commerciali“.

Fonte : Wired