Laurentino: la strada è stata riaperta ma settecento famiglie restano senza gas

Le torri di via Marinetti. Foto Google Maps

La fuga di gas verificatasi il 17 febbaio al Laurentino continua a produrre disagi nel quartiere. A distanza di oltre ventiquattro ore, nel popoloso quadrante compreso tra piazza Montale e via Marinetti, sono  infatti centinaia le famiglie che lamentano il mancato ripristino del servizio.

La viabilità 

Il  tratto stradale che, in un primo momento, era stato interdetto per consentire le lavorazioni sulla condotta danneggiata, già nella mattinata del 18 febbraio è invece tornato ad essere percorribile. Rimane da risolvere il disagio causato dall’assenza del gas.

La testimonianza

“Io abito nella torre di via Gogol e da noi la corrente elettrica è stata riallacciata nella tarda serata del 17 febbraio,  tra le 21.30 e le 22 di lunedì . Invece il gas – ha spiegato la signora Caternia Gaglioti, una residente – non è mai tornato e qui, solo nella mia palazzina, abitano 56 famiglie”. Si tratta di un edificio di quindici piani e non è l’unico ad essere interessata dal problema.

Settecento famiglie senza gas

“Il guasto è stato già riparato – fa sapere Italgas – era  stata danneggiata una condotta importante da una ditta che stava effettuando lavori sui sottoservizi. I nostri tecnici hanno lavorato fino alle tre di notte, per sostituire una condotta che serviva 700 utenze”. I disagi infatti, in un quadrante particolarmente popoloso, sono stati avvertiti nel raggio di oltre un chilometro.

La riattivazione del servizio

Il ritorno alla normalità dovrebbe essere però questione di ore. “Dalle 11 di martedì 18 febbraio il gas è stato rimesso in condotta. A questo punto – ha fatto sapere Italgas – si deve procedere con la sua immissione  anche nlle colonne montanti dei condomini a cui farà seguito la riattivazione delle utenze, casa per casa”. Trattandosi di 700 alloggi, l’operazione si protrarrà necessariamente per alcune ore.
 

Fonte : Roma Today