The Invisible Man: Elisabeth Moss parla del terrore dell’essere invisibili

Quando mancano ormai solo poche settimane al suo arrivo nelle sale, The Invisible Man sta intensificando la sua campagna marketing attraverso la diffusione di clip e interviste. In una di queste è stata proprio la protagonista Elisabeth Moss a parlare dell’atmosfera del film e dei suoi risvolti psicanalitici.

L’attrice nella pellicola Blumhouse interpreta Cecilia, una donna che sembra essere perseguitata dallo spettro invisibile del suo defunto ex-compagno. La pellicola parlerà della terribile esperienza dell’essere traumatizzati o presi di mira dal proprio ex-partner portando la lettura di questo classico della letteratura di fantascienza su un nuovo e stimolando piano narrativo. Proprio la Moss ha parlato dell’atmosfera che c’era sul set durante le riprese, spiegando come tutto in realtà fosse molto divertente, anche fin troppo, tanto che alcuni dei componenti del cast si sono dovuti separare per ricreare quella sensazione di isolamento evidente nel film.

Sono tutte persone davvero divertenti, scherzavamo un sacco sul set“, ha dichiarato l’attrice parlando del regista Leigh Whannell e del co-protagonista Oliver Jackson-Cohen. “A un certo punto ci siamo dovuti separare tutti perché non facevamo altro che scherzare. E’ stato divertente. Cerchi di fare qualcosa che è molto stimolante dal punto di vista dell’immaginazione, un settore in cui è molto divertente stare perché ti dà molto margine, sia per gli effetti con i quali puoi giocare, sia con gli stunt, e tutto il resto di quello che facevamo. E’ anche molto difficile non ridere quando vedi qualcuno con una tutina verde addosso o qualcuno che apre una porta chiusa con un filo e vedi lui che è lì dietro. Sicuramente ci siamo divertiti“.

Benché il romanzo originale sia datato 1933, l’argomento dell’abuso psicologico sembra molto più attuale oggi di quanto non lo fosse in passato. Spiega la Moss: “Per qualche ragione non ci sono molte cose che mi vengono in mente di poter fare se fossi invisibile. Mi porta solo a pensare a comportamenti inappropriati. Ci sono molte poche cose da poter fare. E tutto finirebbero con l’essere illegali in un certo senso. Quando vuoi fare realmente qualcosa di buono vuoi che la gente lo veda. E tu vorresti essere ben visibile“.

Diretto da Leigh Whannell e con Oliver Jackson-Cohen nei panni dell’Uomo Invisibile, The Invisible Man uscirà nelle sale italiane il 5 marzo 2020, una settimana dopo la release americana, fissata per il 28 febbraio prossimo. Nell’attesa vi lasciamo alle ultime due clip diffuse dal film.

Fonte : Everyeye