Jeff Bezos donerà 10 miliardi di dollari per combattere i cambiamenti climatici

Il presidente di Amazon ha annunciato che metterà a disposizione la somma contro il climate change. Solo venti giorni fa più di 300 dipendenti si erano mobilitati per chiedere politiche di tutela ambientale all’azienda

(foto: Mandel Ngan/AFP via Getty Images)

Il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, ha annunciato la creazione del Bezos Earth Fund, ovvero un fondo di 10 miliardi di dollari per combattere i cambiamenti climatici e finanziare il lavoro di scienziati, attivisti e organizzazioni non governative sul tema. L’annuncio è arrivato direttamente dal suo account Instagram, dove si legge: “I cambiamenti climatici sono la più grande minaccia per il nostro pianeta. Voglio lavorare insieme ad altri sia per ampliare le strade che stiamo percorrendo, sia per esplorare nuovi metodi per combattere il loro impatto devastante”.

Il fondatore di Amazon ha precisato che le borse di studio, erogate dalla prossima estate, sono destinate a individui e organizzazioni in tutto il mondo. “Possiamo salvare la Terra” – scrive Bezos – “ci saranno azioni collettive da parte di grandi e piccole aziende, stati, organizzazioni globali e singoli individui”. Tuttavia, non si può fare a meno di notare che questa decisione arriva 20 giorni dopo una mobilitazione di circa 300 dipendenti di Amazon di maggior sforzi sul clima da parte dell’azienda che, secondo loro, aveva una dubbia politica ambientale.

Centinaia di dipendenti Amazon avevano protestato contro le pratiche ambientali dell’azienda, violando di fatto la politica interna relativa alla comunicazione. Per questo diversi lavoratori erano stati avvertiti di essere calmi o di essere licenziati, come aveva raccontato il Guardian. I lavoratori nonostante i rischi si erano organizzati in un gruppo chiamato Amazon Employees for Climate Justice per parlare delle politiche ambientali del colosso dell’e-commerce. Al fondo annunciato da Bezos, hanno risposto con un comunicato in cui si dicono contenti della sua filantropia, ma scrivono: “Una mano non può dare ciò che l’altra sta portando via”.

Seppur l’annuncio di Bezos (l’uomo più ricco del mondo secondo Forbes) sembra contraddire quello che dicono i dipendenti – che restano comunque insoddisfatti – va comunque precisato che, da parte sua, si è spesso schierato a favore di politiche di protezione ambientale. Bezos si è più volte scontrato con Donald Trump, che nega il cambiamento climatico, specie quando gli Stati Uniti hanno deciso di uscire dagli accordi di Parigi. Solo un mese fa, poi, al summit di Amazon in India ha detto: “Chiunque oggi non riconosca che il cambiamento climatico è reale – che noi umani stiamo influenzando il pianeta in un modo molto significativo e pericoloso – ecco, quelle persone non sono ragionevoli”.

Fonte : Wired