Russell Crowe, il discorso sul cambiamento climatico è degno del Gladiatore

In un videomessaggio registrato e riprodotto durante un concerto di beneficienza per gli incendi boschivi in Australia organizzato da Fire Fight questa domenica, l’attore Russell Crowe ha fornito un severo avvertimento e chiamato tutti all’azione per affrontare la crisi climatica.

Crowe, 55enne, è originario di Wellington, in Nuova Zelanda, ma ha vissuto gran parte della sua vita in Australia. Il suo discorso, che arriva dopo quello ai Golden Globes 2020, ricorda non poco per energia e vigore quelli del suo Massimo Decimo Meridio, personaggio che nel 2001 gli valse il premio Oscar come migliore attore protagonista per Il Gladiatore di Ridley Scott.

La star ha prestato il proprio talento e carisma per il filmato realizzato da Foxtel, una tv australiana affiliata del gruppo News Corp di Rupert Murdoch. Crowe, tra l’altro, è stato colpito personalmente dagli incendi che nei mesi scorsi hanno devastato il continente, con una sua proprietà situata nel Nuovo Galles del Sud che è andata a fuoco a novembre scorso. A gennaio dal palco dei Globes, dal quale ha sollevato il premio per il miglior attore protagonista in una mini-serie grazie alla sua prova in The Loudest Voice, aveva affermato: “La tragedia che si è verificata in Australia è il frutto di cambiamenti climatici attualmente in atto, e per rimediare dobbiamo affidarci alla scienza e dirigersi verso fonti di energia rinnovabili“.

Per altre notizie vi rimandiamo alla conferma de Il Gladiatore 2, con Peter Craig in sceneggiatura.

Fonte : Everyeye