Arco di Travertino: addio monumento allo spreco. Polizia Locale ed Asl nel futuro del centro polifunzionale

Sarà completata e destinato ad una duplice funzione. “La piazza coperta”, realizzata nelle adiacenze della fermata metro Arco di Travertino, verrà messa a disposizione della Polizia Locale e della ASL. Queste almeno sono le intenzioni del Municipio VII che, per rilanciare lo spazio di proprietà di Roma Capitale, negli ultimi mesi ha lavorato sotto traccia.

ASL e Polizia Locale

“Non è vero che non abbiamo ascoltato i cittadini. Sapevamo invece che miravano a destinare quell’immobile ad una funzione sanitaria e ci siamo mossi di conseguenza – ha annunciato Salvatore Vivace l’assessore municipale ai lavori pubblici – però non vogliamo destinarla solo alla ASL. Il nostro obiettivo è di completare la struttura, per realizzarvi anche la sede unica della Polizia Locale”. Attualmente, i due gruppi del Municipio VII si trovano nelle pertinenze di piazza Cinecittà e di via Macedonia, all’Alberone. La volontà dell’amministrazione è quello di radunare le forze, sotto un unico tetto. In una posizione che sia baricentrica rispetto alla via Tuscolana ed alla via Appia Nuova. Un requisito che, “la piazza coperta” dell’Arco di Travertino, sarebbe in grado di soddisfare.

Progetto già approvato

Nel corso degli ultimi mesi, l’ente di prossimità ha operato per realizzare il proprio obiettivo: rilanciare uno spazio abbandonato dall’incipiente degrado. “Abbiamo già incaricato l’Università La Sapienza di redigere il progetto preliminare e lo abbiamo sottoposto  alla Conferenza dei Servizi, cui ha preso parte anche la Sovrintendenza oltre che i diretti beneficiari. Ed abbiamo ottenuto i pareri positivi per mandare in porto un’operazione che sarà interamente finanziata dal Municipio VII” ha annunciato l’assessore Vivace.

I costi dell’operazione

Servono però oltre dieci milioni di euro per completare uno spazio di quasi 4mila metri quadrati che, ad oggi, è semplicemente vuoto. “Circa sei milioni e mezzo saranno destinati alla realizzazione della centrale unica della Polizia Locale, alla quale dedicheremo tre piani della struttura. Lì vi troveranno spazio sia la scuola di polizia che i servizi rivolti al cittadino”. Alla ASL invece saranno riservati invece soltanto due piani, con un investimento che si prevede sia di poco superiore ai 3 milioni e mezzo di euro. “Abbiamo i fondi per finanziare la progettazione definitiva attraverso la quale arriveremo, appena ottenuti i primi 6 milioni di euro, anche mettere a bando i lavori” ha promesso l’assessore Vivace.

Intenzioni chiare

Il Municipio esce così allo scoperto sul centro polifunzionale dell’ “Arco di Travertino”, conducendolo fuori dal porto delle nebbie cui sembrava destinato. Se le intenzioni dell’ente di prossimità saranno confermate, il monumento allo spreco si trasformerà in un importante polo multiservizi. A condizione di trovare, tra le risorse del Campidoglio, quelle che il Municipio più popoloso della Capitale sta chiedendo d’ottenere. 
 

Fonte : Roma Today