Campagna anti-polio per 40 milioni di bambini

Il Pakistan è uno dei tre Paesi a livello mondiale in cui il virus della poliomielite è ancora endemico. La campagna porta a porta sarà effettuata da quasi 265mila operatori sanitari. In passato i militanti talebani hanno attaccato gruppi di vaccinatori accusandoli di spionaggio e sterilizzazioni.

Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Parte oggi la prima campagna nazionale di vaccinazioni contro la poliomielite in Pakistan, dopo l’impennata dei nuovi casi registrata lo scorso anno. Secondo le autorità di Islamabad, circa 40 milioni di bambini verranno immunizzati contro la malattia che colpisce il sistema nervoso centrale. La campagna sarà effettuata da quasi 265mila operatori sanitari che si recheranno casa per casa alla ricerca dei minori di 5 anni non ancora vaccinati.

Le vaccinazioni saranno effettuate in tutto il territorio tranne che a Karachi, dove le operazioni sono iniziate la scorsa settimana. L’obiettivo dei medici è prevenire le nuove infezioni. Pochi giorni fa l’Istituto nazionale di sanità ha confermato cinque casi nelle province di Khyber Pakhtunkhwa e Balochistan, facendo salire Il numero totale di malati a 17 dall’inizio del 2020. Lo scorso anno nel Paese ci sono stati 144 casi registrati, altri 12 nel 2018 e otto nel 2017.

Il dott. Rana Muhammad Safdar, coordinatore del Centro nazionale per le operazioni di emergenza, sostiene che l’attuale diffusione geografica e l’intensità della trasmissione del virus è un rischio reale per tutti i minori pakistani. “Raggiungere ogni bambino – aggiunge – durante la campagna nazionale porta a porta fornirà una spinta immunitaria necessaria ai nostri bambini e garantirà loro di essere protetti dalla paralisi per tutta la vita”.

Secondo gli esperti il contagio è dovuto soprattutto alla diffidenza dei genitori. In passato i militanti talebani hanno attaccato i gruppi di vaccinatori accusandoli di effettuare le campagne sanitarie per sterilizzare i bambini e fare spionaggio.

Pakistan e Afghanistan sono tra gli unici tre Paesi al mondo – insieme alla Nigeria – in cui il virus della poliomielite è ancora endemico. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, la malattia è una delle più gravi che colpiscono i minori nei primi anni di vita. Il virus infatti attacca le cellule del sistema nervoso centrale, distruggendo i nervi, e arriva a provocare la paralisi o la morte nei casi più acuti.

Fonte : Asia