Uccide la compagna davanti alle figlie, arrestato un 45enne nel Sassarese

E’ stato arrestato nella notte dai carabinieri l’uomo di 45 anni che nel Sassarese ha ucciso l’ex compagna, una 41enne di origine ceca, accoltellandola davanti alle due figlie gemelle della donna. Il femminicidio si è consumato alle 20,30 di sabato sera in un bar di Sorso, alle porte del capoluogo sardo: nonostante la misura restrittiva del divieto di avvicinamento che gli impediva di recarsi nel paese in cui viveva la donna, già aggredita in passato, l’uomo l’ha avvicinata sotto casa e ha iniziato a litigare.

Lei è poi riuscita a fuggire nel bar accanto all’abitazione ma qui, senza che nessuno potesse intervenire, l’ex compagno l’ha colpita al petto con un grosso coltello da cucina.

La 41enne si è accasciata subito fuori dal locale sanguinante e l’uomo l’ha caricata sulla sua Bmw bianca insieme alle due bambine di 11 anni che si trovavano con lei, e si è diretto nel paese in cui risiede, Ossi, a una ventina di chilometri. Qui ha suonato a casa di un amico e, non ricevendo risposta, ha sfondato il portone d’ingresso ed è salito nell’appartamento dove ha abbandonata la donna in salotto.

Poi il 45enne, già noto alle forze dell’ordine, si è dato alla fuga ma grazie ai numerosi posti di blocco istituiti nella zona dopo poche ore e’ stato intercettato e arrestato al termine di un inseguimento in auto di 40 minuti conclusosi nei parcheggi di un centro commerciale di Sassari. Nell’auto c’erano anche le due bambine, fortunatamente illese, alle quali sono state prestate le prime cure sanitarie.

Nella notte l’uomo è stato interrogato a lungo in caserma. 

Fonte : Agi