[SPOILER] Sonic the Hedgehog, tutti gli easter egg presenti nel film

Il porcospino blu ha appena debuttato in sala, ma fedele alla sua reputazione, Sonic sta già sbancando al botteghino, e potrebbe superare anche Detective Pikachu in termini d’incassi da’apertura. Intanto noi vediamo insieme gli easter egg presenti nel film. Seguono Spoiler.

  • Gli Anelli

Si parte fin da subito con un appropriato cambio al logo della Paramount: anelli al posto delle classiche stelle. Gli stessi che, sia nel film che nei giochi, sono essenziali al piccolo riccio per proseguire nelle sue avventure.

  • Baby Sonic

Ricordate Baby Sonic nel trailer giapponese? Beh, ne abbiamo uno anche qui, nonostante sia un po’ più cresciutello.

La civetta che protegge Sonic sul suo pianeta natale, la figura materna che lo ha cresciuto fino a quando il riccio non è dovuto fuggire sulla terra, non è un personaggio dei videogiochi, ma nella versione animata del ’96 era effettivamente presente un gufo… Magari sono imparentati?

  • Echidna Tribe

Sul suo pianeta natale, Sonic viene inseguito da una tribù pericolosa che sembrerebbe richiamare l’antico clan degli Echidna dei videogiochi. Che tra loro ci sia Knuckles o Tika? Beh, magari nel sequel lo scopriremo.

  • Green Hill Zone

Green Hill Zone è una location ricorrente nei videogiochi di Sonic. Il pianeta di Sonic ci somiglia molto, e quando il porcospino arriva sulla Terra, trova dimora in una città del Montana chiamata… Green Hills.

  • Hill Top Rd.

Il segnale stradale che nel film compone il tavolino da ping pong di Sonic è un riferimento all’Hill Top Zone vista nel videogioco Sonic The Hedgehog 2.

  • Mushroom Zone

Quanti funghi! Nei videogiochi, i funghi sono parte delle ambientazioni dai tempi di Sonic & Knuckles, ma nel film il Pianeta dei Funghi è la triste realtà che aspetta Sonic se la Terra dovesse diventare inabitabile per lui (almeno lì nessuno tenterebbe di catturarlo, essendo un pianeta disabitato ma… Quanti funghi!)

Sanic è… un meme ormai, fondamentalmente. Originariamente una nota fanart del personaggio, ha trovato un suo spazio nel film come illustrazione del porcospino disegnata da Crazy Carl, l’unico residente di Green Hill ad essere a conoscenza dell’esistenza di Sonic prima che questi si riveli alla città (e per questo creduto matto). Il Diavolo Blu, lo ha etichettato. E quando prova a disegnarlo… Ecco spuntar fuori Sanic.

  • Chili Dogs

Garfield ha la sua lasagna, Deadpool i suoi chimichanga, e Sonic ha i suoi Chili Dog. Nel film, Sonic li assaggia per la prima volta al Piston Pit trucker bar in compagnia di Tom (James Marsden).

Avete presente quando Sonic si arrotola e inizia a correre proprio come se fosse una ruota? Spin Daaaash.

  • Bonus Life

Un piccolo e divertente sfondamento della quarta parete: quando Sonic viene colpito da un drone ma recupera le forze, il riccio fa una battuta dicendo di avere avuto probabilmente una vita bonus, come nei videogiochi.

I robot originali di Eggman, a cui si fa riferimento tramite un’etichetta di un pannello nel mezzo di traporto del Dottor Robotnik (Jim Carrey).

  • Gotta Go Fast!

L’iconica frase del franchise, che qui viene pronunciata dopo che Sonic si riprende grazie ai sali.

  • Power Sneakers

Le caratteristiche scarpe di Sonic hanno una loro propria origin story, grazie alla nipotina di Tom.

  • Product Placement

ci sono diversi esempi di product placement nella pellicola, dall’Olive Garden (il ristorante che tanto piace a Tom e Maddie), ai loghi di Busch, Toyota e persino quello di Puma (come le scarpe indossate da Sonic, che nel primo teaser erano ancora più simili allo stile Puma vero e proprio).

  • Idle Animation

La posa di Sonic dopo che Robotnik spara i missili contro di lui, atta far intendere che praticamente per il riccio il tempo scorre diversamente, è la stessa dei videogiochi.

  • San Francisco

Se la sequenza dell’inseguimento a San Francisco vi sembra familiare, è perché il primo livello di Sonic Adventure 2, City Escape, è stato ispirato da San Francisco, dove era anche situata la divisione americana del Sonic Team.

  • La nascita di Eggman

A proposito di Easter EggMan… Ok, questa era pessima. Ma comunque, la trasformazione di Robotnik in Eggman è piuttosto graduale, e si completa davvero solo con la scena finale. Il nome, adottato anche nel film come nomignolo dato da Sonic a Robotnik per via dei droni che sembrano uova, è un riferimento a quello originale giapponese, adottato poi anche nella versione inglese.

  • Letto a forma di macchina da corsa

Come nei fumetti, questo è il lettino di Sonic.

Ammettetelo, anche voi non vedevate l’ora che spuntasse fuori durante il film. E invece, abbiamo dovuto aspettare i titoli di coda… Ma alla fine è arrivato: Miles “Tails” Prower, grande amico di Sonic, e suo campagno d’avventure.

  • Colonna sonora

Nella colonna sonora c’è lo zampino di Masato Nakamura, creditato per la presenza di “Green Hill Zone” il tema originale dei videogiochi.
Fonte : Everyeye