“Beato angelico – la rivoluzione della luce” di Mario dal Bello

Non si possono contemplare le opere di Beato Angelico, Patrono degli Artisti, se l’animo non è tranquillo, pulito, libero dalla polvere quotidiana che lo inquina. La luce della sua arte può allora ferire o provocare un rigetto. Oppure, può aprire la porta che conduce ad una verità più ampia, rasserenante e duratura. Ma Angelico non desidera convincere, imporsi. Frate Giovanni è una “presenza” che parla non di sé, ma da sé, illustrando la meraviglia di una storia umana collegata a quella divina, tutta intrisa di luce.

Questa presentazione del libro “Beato Angelico – La rivoluzione della luce” scritto da Mario Dal Bello si svolgerà in un luogo unico e in una data significativa. Il luogo è la Sala del Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, basilica in cui è sepolto l’Angelico. La data è martedì 18 febbraio, giorno della morte di questo artista “rivoluzionario” che nelle sue opere riuscì a coniugare i principi innovatori del Rinascimento con quelli dell’arte medievale. Sarà anche l’occasione per visitare il magnifico Chiostro antico del Convento, interamente affrescato e solo raramente aperto al pubblico.

Seguendo un percorso tematico che descrive le opere nelle diverse fasi dell’attività di uno dei creatori più puri della storia dell’arte, Mario Dal Bello accompagnerà i presenti alla scoperta o alla riscoperta di questo artista così raro e originale e della sua intensa visione della Bellezza. Insieme all’autore, interverranno la storica dell’arte Silvia Cavazzini (Direzione Centro Sud CoopCulture) e lo scrittore, giornalista e vaticanista del Tg1 Ignazio Ingrao. L’attore Matteo Munari leggerà alcuni brani tratti dal libro.

Fonte : Roma Today