Movimento 5 stelle, ritorno alle origini: in piazza contro i vitalizi

Un momento della manifestazione del M5s contro i vitalizi a piazza Santi Apostoli, Roma, 15 febbraio 2020. ANSA/ANGELO CARCONI

Orgoglio pentastellato oggi in piazza Santi Apostoli a Roma. Migliaia di attivisti e simpatizzanti provenienti da tutta Italia per la manifestazione M5S “Mai più vitalizi”. I militanti grillini hanno intonato lo slogan “Onestà-Onestà” e sventolato bandiere e cartelli gialli con il simbolo del M5S. Tra i big presenti, la vicepresidente del Senato Paola Taverna, il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e il presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra.

Mai più vitalizi: manifestazione M5s oggi a Roma

Numerosi i cartelli contro “i privilegi della Casta” ma, un po’ a sorpresa, gli attivisti mostrano anche cartelli contro le alleanze con gli altri partiti. Molti manifestanti grillini provano a dettare la linea in vista degli Stati Generali, ribadendo la propria contrarietà ad un accordo strutturale con il centrosinistra.

“Noi siamo qui perché siamo cittadini tra i cittadini“, ha detto Morra arrivando alla manifestazione. E a chi gli ha chiesto di Iv, ha replicato: “Oggi ragioniamo di privilegi”. “Siamo in piazza perché vogliamo dare risposta ai cittadini normali e non alla casta e ai privilegi della politica. Parliamo esclusivamente di vitalizi”, ha sottolineato Patuanelli al suo arrivo in piazza Santi Apostoli.

Sui vitalizi si è espresso anche il presidente della Camera, Roberto Fico, in un post su facebook: “Appena insediato come presidente della Camera -ha evidenziato- una delle prime cose su cui mi sono messo al lavoro è la scrittura della delibera che supera i vitalizi. Mi sono confrontato con Inps e Istat, e la Camera ha fatto un enorme lavoro sui dati. Sono stati quattro mesi di impegno intenso. E alla fine abbiamo prodotto una delibera che fa risparmiare 40 milioni di euro all’anno. E soprattutto una delibera che chiude una stagione e un’epoca. Sono orgoglioso del lavoro fatto”.

Vitalizi, Crimi: “Non è un’iniziativa contro il governo”

Il Movimento 5 stelle è oggi in piazza a Roma per impedire che torni “il passato dei vitalizi”. Lo scrive su Facebook il capo politico M5s Vito Crimi: “Oggi è il giorno in cui da una piazza faremo sentire la nostra voce, tutti insieme, a coloro che stanno cercando di riprendersi il vitalizio, quel vergognoso privilegio che con fatica eravamo riusciti a cancellare”. Sottolinea Crimi: “Pensare che quel passato possa tornare, fa ribrezzo. Pensare che quell’epoca – in cui bastavano pochi anni di Parlamento, perfino pochi giorni, per assicurarsi una pensione a vita – possa ripresentarsi, fa indignare. Allora dobbiamo reagire, per ridare dignità a chi deve lavorare 40 anni, una vita intera, per meritarsi la pensione”.

Il capo politico M5s chiarisce che non è una iniziativa “contro il governo”, come qualcuno ha detto: “Qualche distributore di fake news ci accusa di andare in piazza ‘contro il nostro stesso governo’. È falso. Il Governo non c’entra nulla. A decidere sui ricorsi presentati da quegli oltre 700 ex senatori che rivogliono il vitalizio sarà una commissione del Senato, i cui membri sono nominati dalla presidente Casellati (Forza Italia) e per la maggior parte di opposizione. Lì ci saranno anche senatori che hanno maturato il diritto al vitalizio, chiamati a decidere sui vitalizi. Lì, in mezzo a quei conflitti d’interesse, il Governo non ha voce. E allora la voce dobbiamo cercarla e farla crescere fuori, nel luogo più bello in cui i cittadini possono ritrovarsi ed esprimersi liberamente: in piazza”.

Il M5s torna alle origini: il “mandato Crimi” apre la battaglia dei vitalizi (e non solo)

Fonte : Today