Si spezza treno sulla Roma Nord, Atac: “Nessun rischio per sicurezza”

Treno “spezzato” sulla Ferrovia Roma Nord: è successo, fortunatamente senza alcuna conseguenza, la sera di giovedì 6 febbraio. Il guasto alla barra accoppiatrice di due vagoni ha riguardato un convoglio fuori servizio che stava rientrando nel deposito di Acqua Acetosa. 

Treno spezzato sulla Ferrovia Roma Nord

A causa del distacco della barra la carrozza di testa è così rimasta isolata dal resto del convoglio, facendo risultare il treno della Roma-Civitacastellana-Viterbo “spezzato”. 

L’episodio è stato denunciato da TrasportiAmo, associazione che si occupa delle necessità “reali del territorio nella politica dei trasporti e della mobilità sostenibile”. “Le gravi carenze nei settori manutentivi sono ormai note” – ha scritto TrasportiAmo chiedendo alla politica regionale e comunale, nonché ad Atac, che gestisce la linea di proprietà della Regione Lazio, “di fare immediata chiarezza sull’intera vicenda, che – ne sono convinti i pendolari – avrebbe potuto avere serie conseguenze”. 

Treno spezzato, Atac: “Nessun problema sicurezza”

“Nessun rischio sicurezza sui treni della Roma-Viterbo”tranquillizza Atac in una nota. Per il treno in manovra senza passeggeri “si è trattato di un guasto alla barra accoppiatrice di due vagoni che non ha provocato né poteva provocare problemi visto che sui mezzi esistono dispositivi appositamente studiati per garantire la sicurezza. Il treno guasto è stato condotto in officina per le riparazioni”. 

Disposti comunque i controlli sulle barre accoppiatrici degli altri mezzi a disposizione della linea con il coinvolgimento diretto del costruttore. Nominata poi una commissione tecnica per gli approfondimenti.

“Atac sottolinea che questa tipologia di guasto non si è mai verificata negli ultimi 35 anni. Tutti i treni in servizio – ribadisce l’azienda – rispettano i requisiti di sicurezza previsti dalle norme di legge”. 
Treno spezzato TrasportiAmo-2

Fonte : Roma Today