Michael Peña non è arrabbiato per non aver fatto parte di Avengers: Endgame

Non dev’essere molto piacevole far parte di un franchise come il Marvel Cinematic Universe e vedersi tagliar fuori proprio dal culmine del progetto, vale a dire da film corali e mastodontici come Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. Qualcuno, però, l’ha presa con filosofia.

Stiamo parlando di Michael Peña: il Luis visto in Ant-Man e Ant-Man 2 si è detto infatti non troppo dispiaciuto di non essere apparso nei film che hanno praticamente chiuso i primi undici anni di Marvel Cinematic Universe.

No, sono felice di stare dove sto, capisci? Eravamo parte di Ant-Man, l’originale, quando nessuno ancora conosceva il personaggio e io sono stato in grado di creare, con l’aiuto di Marvel, un altro personaggio che mi è piaciuto tantissimo interpretare. Fu particolarmente difficile perché solitamente non parlo così veloce e con un accento così marcato, quindi fu una bella sfida ha spiegato l’attore.

Insomma, il mondo di Ant-Man basta e avanza a Michael Peña, che non sente tutta questa necessità di comparire anche nei film che riassumono l’intero Marvel Cinematic Universe. A proposito di eroi Marvel, ecco gli auguri di Robert Downey Jr. al Thanos di Avengers: Endgame; con il flop agli ultimi Academy Award, inoltre, Avengers: Endgame è il film col più alto incasso a non vincere un Oscar nell’intera storia del cinema.

Fonte : Everyeye