Rai, ascolti tv: Casaleggio va da Vespa, ora ha bisogno del talk show

Rai, ascolti tv: Casaleggio va da Vespa, ora ha bisogno del talk show

Nel 2012, quando Beppe Grillo – oggi maître à penser dell’alleanza PdM5S – volle colpire Federica Salsi, la prima espulsa celebre dal Movimento, disse con orribile battuta sessista: «Il punto G, quello che ti dà l’orgasmo nei salotti dei talk show». Gianroberto Casaleggio – scrive La Stampa – sosteneva che in tv si va al massimo «in programmi seri, più che nei talk show». E così stasera Davide Casaleggio, suo figlio, va nel talk show più talk show di tutti, il simbolo dei talk show: Porta a porta. La cosa farebbe sorridere, se non fosse molto seria. Casaleggio si è sentito diffamato dall’ultima puntata di Presa diretta, ha parlato di trasmissone «vomitevole», Riccardo Iacona però lo aveva invitato, è Casaleggio che non è andato. E ci sono decine di domande da fargli, a cui quasi sempre non risponde, dal controllo del Movimento attraverso la piattaforma Rousseau ai buchi incredibili mostrati in passato dalla medesima piattaforma, dai soldi mensili dati dai parlamentari grillini all’Associazione Rousseau, che è un ente privato commerciale, alla app Facebook M5S, dai rapporti con i brexiters di LeaveEU e con Steve Bannon all’alleanza con Salvini, dal Piano innovazione, per il quale la ministra Pisano incredibilmente lo ringrazia, al conflitto d’interessi e a eventuali relazioni con i player di internet, italiani e stranieri. Bruno Vespa dà più garanzie di tantissimi altri in tv di fargliele.

Fonte : Affari Italiani