Antonio Cassano condannato dalla Cassazione, l’ex calciatore perde causa contro il fisco

L’Agenzia delle Entrate ha vinto in Cassazione un ricorso contro Antonio Cassano, ex talentuoso calciatore che lo scorso anno ha lasciato ufficialmente l’attività. In ballo c’erano 263mila euro che erano ‘sfuggiti’ al fisco parecchi anni fa, nel periodo in cui Cassano giocava alla Roma. Il problema riguardava i ‘fringe benefit’ in favore del procuratore per prestazioni rese in favore di Cassano stesso. Secondo i giudici tributari pugliesi c’erano perplessità sulla somma che doveva essere trattata. Per la Cassazione dubbi non c’erano e quella cifra rientrava tra i compensi di Cassano ed è soggetta dunque a tassazione.

Fonte : Fanpage