Twittare da @amadeus e non sapere che cosa sia Sanremo

Amadeus Demarzi è uno sviluppatore americano e twitta da @amadeus. In questi giorni è stato sommerso di menzioni da parte di italiani che commentavano il festival e pensavano di citare il conduttore

Più di mille retweet, poco meno di 5mila like sotto un unico tweet. Il tutto senza avere idea del perché. Succede questo quando si twitta dall’account @amadeus, ma si vive in California e del Festival di Sanremo non si è mai nemmeno sentito parlare.

Protagonista, suo malgrado, di questa vicenda è il 34enne Amadeus Miguel Demarzi, il quale di mestiere fa lo sviluppatore e lavora a Discord, una chat molto apprezzata dai gamer. “Onestamente, non avevo idea di che cosa fosse Sanremo”, spiega a Wired proprio attraverso l’app per cui lavora.

Questo fino a un paio di giorni fa.“All’inizio, ho ricevuto solo qualche notifica e qualche menzione da parte di persone che stavano twittando sul festival. A quel punto, ho scritto un tweet [quello nella foto di apertura del pezzo, ndr] e la situazione è letteralmente esplosa. A quel punto, ho iniziato a ricevere una montagna di notifiche”.

Amadeus, il presentatore del Festival, non è presente sui social, fatta eccezione per un account di coppia su Instagram gestito dalla moglie. E così tanti che pensavano di menzionarlo su Twitter in realtà sono finiti sulla timeline dell’Amadeus californiano.

Situazione resa più scomoda dal fatto che, per ragioni di fuso orario, la diretta dall’Ariston è in onda mentre Demarzi è in ufficio.“Per fortuna l’app di Twitter permette di gestire abbastanza facilmente la situazione”.

L’inaspettata notorietà, però, lo ha incuriosito. E così ha voluto capire meglio che cosa stesse capitando in questi giorni in Italia. “Ho guardato il festival grazie a un link che qualcuno mi ha girato su Twitter al sito della Rai. Non parlo italiano [anche se il nonno è italiano, ndr], quindi non ho capito letteralmente nulla. Ma la musica è universale e mi sono divertito ad ascoltare le canzoni in gara”. In realtà, sembra essere entrato pienamente nello spirito della competizione.

“Tutto sommato è stata un’esperienza positiva. Molte delle persone che mi hanno risposto mi hanno spiegato che cosa sia Sanremo ed è stato molto divertente. Ora, però, il ritmo delle notifiche sta rallentando”, conclude. “Ieri è l’ultima sera, vero?”.

Fonte : Wired