Coronavirus, inizia il test di un farmaco sperimentale a Wuhan

Un farmaco già utilizzato nella cura dell’Ebola, della MERS e della SARS, verrà sperimentato a Wuhan anche per la polmonite virale indotta dal nuovo coronavirus, epidemia esplosa in Cina che ha causato 304 morti nella Repubblica Popolare (più uno nelle Filippine) contagiando 15mila persone. Lo scrive oggi in una nota il China-Japan Friendship Hospital, che è capofila della ricerca, di cui dà notizia il Global Times. Il test si svolgerà in tre fasi ed è stato approvato dal Centro per la valutazione del farmaco: la sperimentazione avrà inizio domani e durerà fino al 27 aprile. Il medicinale verrà somministrato a 270 pazienti con media o moderata infezione da coronavirus.

Il farmaco sottoposto a test è l’antivirale Remdesivir ed è stato messo a punto dalla casa farmaceutica Gilead per combattere Ebola, non rivelandosi tuttavia efficace come i trattamenti basati su anticorpi monoclonali. Il farmaco non ha ancora ottenuto il via libera alla commercializzazione da parte della Fda o altre agenzie del farmaco in altri Paesi. “Per quanto mi risulta è il primo caso in cui questo farmaco viene utilizzato” contro il nuovo coronavirus, ha spiegato Jay Cook, direttore scientifico del Providence Regional Medical Center, ospedale britannico dove è ricoverato un uomo affetto da coronavirus. Al paziente è stato deciso di somministrare il farmaco in “uso compassionevole”, ovvero prima che venga ultimata la fase di sperimentazione. L’antivirale è stato somministrato all’uomo, che ha espresso il consenso, solo una volta, al settimo giorno di ricovero, senza effetti collaterali. Le sue condizioni sono migliorate, i polmoni risultavano ‘puliti’ e il giorno dopo i medici hanno smesso la somministrazione dell’ossigeno. Il paziente resta ancora ricoverato, anche se è senza febbre e senza sintomi a parte la tosse. Secondo i media cinesi, oltre al Remdesivir, l’attenzione come possibile farmaco per il coronavirus si sta concentrando anche su altre due farmaci: la clorochina, usata solitamente per la cura della malaria, e il Ritonavir.

Fonte : Fanpage