Come funzionerà il rientro degli italiani bloccati a Wuhan

Alessandro Serranò/AGF

Definita nei minimi dettagli l’operazione che riporterà in Italia una settantina di cittadini italiani attualmente bloccati a Wuhan dall’emergenza coronavirus.

Domattina all’alba dall’aeroporto militare di Pratica di Mare decollerà un KC-767A del 14esimo Stormo dell’Aeronautica Militare, un ‘tanker’, ovvero un velivolo da trasporto strategico che si può allestire in tre diverse configurazioni: ‘Cargo’, per il trasporto di solo materiale, ‘Full Pax’, per il solo trasporto passeggeri, e ‘Combi’, per il trasporto di materiale e passeggeri, come in questo caso.

A bordo ci saranno personale medico e infermieri specializzati delle forze armate, con adeguato equipaggiamento sanitario al seguito, coordinati da un team dello “Spallanzani”. Due gli equipaggi, quindi quattro piloti, per due tratte senza scali di 10-12 ore l’una: in caso di necessità, è contemplata la possibilità di un rifornimento in volo.

Fonte : Agi