Birds of Prey è uno standalone, come anche The Suicide Squad di James Gunn

Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) non è ancora uscito nelle nostre sale, ma in molti si stanno chiedendo se e quanto il film abbia a che fare con The Suicide Squad, la pellicola di James Gunn in cui vedremo nuovamente l’Harley Quinn di Margot Robbie. La risposta arriva direttamente dai produttori.

[Birds of Prey] è stato ideato per essere una cosa a sé stante, uno standalone, un film singolo, proprio come The Suicide Squad di James” afferma la produttrice del film, Sue KrollMa siccome il mondo è il mondo, ci sono queste connessioni molto organiche e interessanti che hanno finito per evolversi, ma non ci sono state consultazioni tra i registi delle pellicole. E loro, ovviamente, hanno iniziato a girare molto più tardi, nel mentre noi stavamo per finire, e quindi è stato fatto tutto abbastanza indipendentemente“.

Ma un piccolo collegamento con il film di Ayer (e quello di Gunn) è stato già individuato, un easter egg che la Kroll definisce “interessante. Quando hanno iniziato a girare e pianificare Suicide Squad, quel particolare si è evoluto da quel tipo di conversazione. Quindi certo, delle connessioni di questo tipo ci sono, ma in maniera molto organica“.

Cathy Yan, regista di Birds of Prey, ha comunque confermato l’utilizzo di una scena di Suicide Squad nella sua pellicola, modificata e adattata per l’occasione.

Intanto, sono già online le prime reazioni dei critici a Birds of Prey.

Fonte : Everyeye