I personaggi da conoscere prima di guardare il film Birds of Prey

Renee Maria Montoya era una detective tostissima, qualità necessaria per pattugliare le strade di Gotham City. Apparsa per la prima volta nella serie animata di Batman, ha avuto abbastanza successo da meritarsi un posto nel cast fisso delle avventure a fumetti del Cavaliere Oscuro. Di origine dominicane, è tra le poche poliziotte oneste a rimanere a Gotham City dopo il terremoto che la trasforma in una Terra di Nessuno. Quando il criminale Due Facce si innamora di lei, è costretta a fare coming out, mettendo a repentaglio i rapporti con la famiglia religiosissima e conservatrice. Ha un’importante relazione con la seconda Batwoman, alias Katherine Kane. Dopo molti anni al servizio del dipartimento di polizia, disgustata dalla corruzione serpeggiante tra le forze dell’ordine, rassegna le dimissioni, prende lezioni di arti marziali e continua la sua lotta al crimine con l’identità mascherata di Question La storia di Cassandra Cain è piuttosto convoluta anche per gli standard della Dc Comics, tra reboot e salti temporali. In origine, Cassandra era una giovane ragazza addestrata per diventare l’assassino perfetto, in grado di leggere i movimenti del corpo altrui come un libro aperto, per prevedere intenzioni e mosse in combattimento. Dopo aver salvato la vita del Commissario Gordon e aver ottenuto l’approvazione di Batman, Cassandra indossò brevemente le vesti di Batgirl. In seguito, tuttavia, il suo addestramento originario tornò alla luce e divenne la nuova leader della Lega degli Assassini, con un’improvvisa e malamente giustificata inversione di rotta da eroe a villain. Si venne poi a scoprire che (sigh) Cassandra era stata controllata mentalmente da Deathstroke e, salvata da Robin, potè tornare a essere un’eroina, come Batgirl prima, e come la giustiziera Orphan poi La prima cosa da chiarire è che l’identità di Huntress, Cacciatrice, è stata assunta da diverse persone nel corso degli anni: la malvagia Paula Brooks durante la Golden Age, negli anni ’50; Helena Wayne, figlia di Batman e Catwoman in un universo alternativo degli anni ’60, una versione rimossa dalla continuity dalla Crisi sulle Terre Infinite e poi reintrodotta ex-novo, come personaggio inedito, da Grant Morrison negli anni 2000; e infine Helena Bertinelli, figlia di un boss mafioso in cerca di vendetta dopo che la sua intera famiglia viene sterminata in uno scontro tra malavitosi. Proprio questa incarnazione da vigilante, giudicata troppo instabile e pericolosa da Batman per essere una vera alleata nella guerra al crimine, è quella che alla fine ritroviamo nel film Birds of Prey Altra eroina dalla storia complicata, se non altro perché gli sceneggiatori a lungo non sono riusciti a decidersi se crearne due versioni, madre e figlia, o riunirle in un’unica figura, con tanto di trasferimento mentale da un corpo all’altro. La Black Canary della continuity attuale è Dinah Drake-Lance, figlia di una ragazza madre, affidata a un orfanotrofio in giovanissima età, cresciuta per strada e addestrata alle arti marziali da un ex-agente delle forze speciali. Una mutazione genetica le garantisce il potere di emettere un grido ultrasonico dagli effetti devastanti. Sarà proprio lei a fondare la prima formazione delle Birds of Prey per dare la caccia all’organizzazione terroristica nota con il nome di Basilisk. Nelle versioni precedenti dell’Universo Dc, Black Canary ha avuto una lunga e sofferta storia d’amore con Oliver Queen, vale a dire Green Arrow E poi c’è lei, Harley Queen, indiscussa protagonista del film. Proprio come Renee Montoya, anche Harley non nasce sulle pagine dei fumetti ma nella serie animata di Batman come spalla del Joker, con un costume bianco, nero e rosso ispirato ai vecchi teatri dei burattini e molto meno succinto di quello attuale. Anche in questo caso, la popolarità riscossa nella serie tv fa sì che il personaggio sia canonizzato nei fumetti, dove ne vengono narrate anche le origini: la Dottoressa Harleen Quinzel, ginnasta e psicologa, lavorava nel manicomio di Arkham. Lì conobbe il Joker, ne fu sedotta e si lasciò trascinare nel vortice di caos e follia che circonda la nemesi di Batman. Negli anni, Harley Quinn è stata ritratta dagli sceneggiatori come una folle assassina totalmente dipendente dal suo amato, come un’antieroina che a modo suo cerca di fare del bene, come membro della Suicide Squad e di Birds of Prey, come amica e amante di Poison Ivy, e infine come un personaggio più scanzonato e divertente, “alla Deadpool”. Chi è la vera Harley? Probabilmente, una somma di tutti questi personaggi, e nessuno di essi

Fonte : Wired