“Ma che dici?”, la mano ‘a cuoppo’ diventa emoji grazie a un italiano. “E’ nata parlando di limoncello”

LA MANO “a cuoppo” o “a tulipano” – come la chiamava Carlo Emilio Gadda – è diventata una emoji (emoticon) grazie all’intraprendenza di un quarantenne italiano. Sì, proprio quelle faccine e simboletti con cui condiamo le nostre conversazioni quotidiane sui social e sui messaggi. Il gesto del “che stai dicendo?” forse più di altri viene riconosciuto in tutto il mondo come simbolo di italianità, quindi non deve stupire che si appresti a sbarcare sui sistemi di messaggistica e social come Whatsapp, Twitter e Messanger, ma anche sms e mail. Lo usiamo per dire “che vuoi?”, “che dici?”, oppure “niente affatto” semplicemente variando il ritmo del gesto. Attenzione però, nel mondo arabo vuol dire “aspetta”.
 
Dal ‘gesto italiano’ alle icone Lgbt: in arrivo 117 nuovi emojiin riproduzione….
Fonte : Repubblica