I 60 anni di Giorgio Tirabassi, dall’esordio con Gigi Proietti a re delle fiction televisive

La lunga gavetta nella compagnia di Gigi Proietti lo ha fatto diventare uno degli attori più amati di cinema e fiction e il suo successo sembra non avere mai fine. Giorgio Tirabassi, il 1° febbraio, compie 60 anni e ha al suo attivo 26 pellicole per il grande schermo e decine di serie tv di grandissimo seguito tra cui spiccano Ultimo, Distretto di Polizia, Paolo Borsellino, Squadra Mobile e Liberi tutti. Nel mese di novembre 2019, ha fatto prendere un bello spavento a tutti i suoi fan quando, durante la presentazione del suo primo film da regista, ha avuto un infarto d è stato sottoposto ad angioplastica. Per fortuna, l’attore si è ripreso alla grade e, nel corso del 2020, lo vedremo nel nuovo film di Gabriele Mainetti, Freaks Out.

I 9 anni col mentore Gigi Proietti e l’esordio al cinema con Dino Risi

L’attore è nato a Roma e, ad appena 22 anni, approda nella rinomata compagnia teatrale di Gigi Proietti, col quale recita per 9 anni. Sempre col suo “mentore”, approda in tv col film Sogni e Bisogni (1985), di Sergio Citti e, nello stesso anno, esordisce al cinema nella pellicola Scemo di guerra, di Dino Risi. L’avventura al cinema continua con Snack Bar Budapest (1988), di Tinto Brass; Verso sera (1990), diretto da Francesca Archibugi; Un’altra vita (1992), di Carlo Mazzacurati e Il branco (1994), di Marco Risi. In tv, invece, lo vedremo nello show La tv delle ragazze (1989); nel film di Gigi Proietti, Villa Arzilla (1990) e nella serie Un commissario a Roma (1993), con Nino Manfredi.

Il successo di Distretto di Polizia e Paolo Borsellino

Nel 1997, è sul set de La classe non è acqua, commedia di Cecilia Calvi e dopo continuerà a lavorare con grandissimi registi come Claudio Caligari (L’odore della notte, 1998), Marco Risi (L’ultimo Capodanno, 1998), Ettore Scola (La cena, 1998) e Renato De Maria (Paz!, 2002). Nel 1998, è in televisione nei panni del Maresciallo Giovanni Giorgio Sarubbi, chiamato “Ombra”, nella serie Ultimo, accanto a Raoul Bova e Ricky Memphis ma è nel 2000 che raggiunge l’apice del successo grazie al ruolo dell’ispettore capo Roberto Ardenzi nella seguitissima serie Distretto di Polizia, parte che interpreterà fino al 2007. Nel 2004, il pubblico e la critica amano la sua interpretazione di Paolo Borsellino, nell’omonima fiction do Canale 5, in cui il compianto Ennio Fantastichini interpreta Giovanni Falcone, invece al cinema lo vedremo nella commedia Non prendere impegni stasera (2006), diretto da Gianluca Maria Tavarelli.

I liceali e Squadra Mobile

Tra 2008 e 2009 è nei panni del Professor Antonio Cicerino nella serie tv I liceali, a cui seguiranno altre due serie molto seguite: Benvenuti a tavola – Nord vs Sud (2012-2013) e Squadra Mobile (2015-2017), spin-off di Distretto di Polizia in cui torna ad interpretare il ruolo di Roberto Ardenzi. Al cinema sarà in Figli delle stelle (2010), di Lucio Pellegrini; Boris – Il Film (2011), di Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo; il pluripremiato Romanzo di una strage (2012), per la regia di Marco Tullio Giordana; Arance e martello (2014), di Diego Bianchi e Il camionista (2015), di Luca Gaudino.

Le ultime fiction, l’infarto e Freaks Out, di Gabriele Mainetti

Nel 2017, è con Elio Germano nel film tv In arte Nino, diretto da Luca Manfredi mentre Mattia Torre lo vuole anche per La linea verticale (2017), serie di Rai Play. Nel 2019, invece, è Gianni Fiumani nella fiction L’Aquila – Grandi speranze ed è il protagonista della serie Liberi tutti, di Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo. Nello stesso anno, fa il suo esordio alla regia con la commedia Il grande salto, dove divide la scena col suo amico Ricky Memphis. Verso l’inizio di novembre 2019, proprio mentre si trovava ad Avezzano per presentare la pellicola, Tirabassi ha avuto un infarto. Portato in ospedale, l’attore e regista è stato sottoposto ad angioplastica ma si è ripreso alla grande. Nel corso del 2020, infatti, lo vedremo nel nuovo film di Gabriele Mainetti, Freaks Out, la cui data d’uscita è ancora da definire.

Fonte : Fanpage