Coronavirus: baristi in tuta e mascherina a Roma, ma è una presa in giro della folle psicosi verso i cinesi

 

Baristi con mascherina e tuta bianca da profilassi a prova di coronavirus: il video in queste ore ha fatto il giro delle chat dei residenti cinesi dell’Esquilino, rione di Roma, che ora passano davanti all’esercizio lanciando occhiatacce di disappunto e tirando dritto. E invece Andrea Lucidi, titolare del bar Caffè Romano di via Principe Amedeo, cuore dell’Esquilino, voleva solo lanciare la sua provocazione. “L’ho fatto per loro, per lanciare un messaggio anche a quei giornali che titolano l’Esquulino trema, è una follia, qui non trema nulla proprio, e noi volevamo solo aiutare”, dice a RomaToday che lo ha intervistato. 

Loro, però, i cittadini cinesi che sono soliti venire al bar a prendere il caffè da anni, non hanno compreso. E il video-boutade ha iniziato a girare sulle chat della comunità. “Da ore tirano dritto e non entrano a prendere il caffè perché si sono offesi”. Insomma, solo un tentativo di esorcizzare la psicosi quello di Andrea. “Da giorni al bar non viene più nessuno, stiamo con i bicchieri di plastica usa e getta. Una follia”.
 

Fonte : Today