Il gigante Burna Boy sbarca per la prima volta a Roma, unica data in Italia

L’artista nigeriano classe 1991 arriverà il 7 febbraio 2020 all’Atlantico di Roma con il suo show spaziale che trasformerà la venue in un gigante dancefloor fatto di fusion afrobeat, toccando hip hop, trap, reggae e world music.

Un mix unico, caleidoscopico e trasversale di influenze che gli sono valse l’affermazione nel panorama musicale mondiale, certificate non solo dalla nomination ai Grammy Awards 2019 con il suo quarto ed ultimo disco ‘African Giant’, ma anche dalle collaborazioni con star di grandezza assoluta come Stormzy, Ed Sheeran,  Lily Allen, Mabel, Wizkid, Fall Out Boy e molte altre. 

Tra i primi ad essere annunciati nella line up dell’ultimo Coachella Festival, Burna Boy è un fenomeno in continua espansione che, forte anche di milioni di ascolti e visualizzazioni tra YouTube e Spotify sta lasciandosi dietro, non sono negli Stati Uniti ma anche nel tour europeo, una scia di sold out che lo sta proiettando a supersonica velocità nell’olimpo degli artisti da vedere assolutamente di questa stagione. 
Negli ultimi anni, Il cantautore Afro-Fusion ha vinto numerosi awards, il più recente nei BET Awards 2019 per “Miglior Act internazionale”, “Miglior MVP maschile” e “Canzone dell’anno” nei Soundcity Music Awards 2018.

Burna boy è ormai conosciuto come uno degli artisti più talentosi, consistenti e versatili nel l’industria della musica Nigeriana. Il suo stile unico di fare musica è visto da numerosi amanti della musica come una rinascita della musica del leggendario Fela Kuti, il quale fu gestito dal suo nonno materno Benson Idonije.

I biglietti sono in prevendita sui circuiti Ticketone 

Fonte : Roma Today