I Ricchi e Poveri: storia della band che torna al Festival nel quartetto originario

I Ricchi e Poveri tornano da ospiti al Festival di Sanremo 2020 nella loro formazione originaria in quartetto, in occasione dei 50 anni del brano ‘La prima cosa bella’ e della prima partecipazione al Festival del 1970. 

“E’ un colpaccio, un vero evento nella storia della musica italiana e nella storia di Sanremo”, ha commentato Amadeus ufficializzando la reunion della band composta da Angela Brambati, Franco Gatti, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu. L’ultima volta dei quattro insieme risale al 1981, quando a causa di forti contrasti con Angela Brambati, Marina Occhiena lasciò definitivamente il gruppo.

I Ricchi e Poveri, storia della band

La straordinarietà della reunion sanremese che ritrova di nuovo tutto unito il quartetto dei Ricchi e Poveri è data dalle tante situazioni artistiche e personali che hanno segnato i membri del gruppo nel corso degli anni.

Nata nel 1967, la band formata da Angela Brambati, Franco Gatti, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu si fece notare subito per un particolare stile vocale basato sulle quattro voci differenti perfettamente armonizzate tra loro. Franco Califano fu il primo produttore del quartetto a cui diede il nome di ‘Ricchi e poveri’ (“Siete ricchi di spirito e poveri di tasca”, disse loro) e fissò anche un nuovo look per ognuno dei componenti: un taglio maschile per i capelli della “brunetta” Angela e un’ossigenata per la chioma di Angelo e Marina.

Poi il debutto ufficiale del gruppo nel 1968, con ‘L’ultimo amore’, cover in lingua italiana del brano ‘Everlasting love’ degli inglesi Love Affaire, e nel 1970 la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano ‘La Prima Cosa Bella’: il successo diventa inarrestabile e, ad oggi, risultano il gruppo italiano con il maggior numero di dischi venduti, con più di 22 milioni di copie.

I Ricchi e Poveri, i motivi dell’addio di Marina Occhiena

Nel 1981 arrivò la crisi dei Ricchi e Poveri: a causa dei forti contrasti con Angela Brambati, Marina Occhiena lasciò definitivamente il collettivo e intraprese la carriera da solista. Il motivo dell’addio non è mai stato ufficializzato dalla band: il gossip dell’epoca parlò di un presunto tradimento dell’allora marito della Brambati, Marcello Brocherel, proprio con la Occhiena, mai stato confermato dalle dirette interessate. Nonostante la defezione, i Ricchi e Poveri si presentarono in tre al Festival di Sanremo con quello che diventerà uno dei loro maggiori successi, la canzone ‘Sarà perché ti amo’.

I Ricchi e Poveri, l’addio di Franco Gatti dopo la morte del figlio

Angela, Angelo e Franco avrebbero dovuto ricevere un Premio alla Carriera al Festival di Sanremo nel 2013, ma la loro partecipazione saltò a causa della morte del figlio di Franco Gatti. La tragedia portò lo stesso Gatti a lasciare il gruppo, portato comunque avanti dai soli Angela Brambati e Angelo Sotgiu che dichiararono: “Lo ringraziamo per la professionalità e l’amicizia dimostrata in quasi cinquant’anni di vita artistica insieme. Noi restiamo sul palco perché questa è la nostra vita”.

Oggi, a quattro anni dall’addio del “Baffo”, il ritorno al gran completo della band a Sanremo 2020: “Siamo qui tutti e quattro insieme per onorare l’affetto che il pubblico ci ha sempre dimostrato”, il commento del quartetto: “Celebrare i 50 anni dal nostro primo grande successo, ‘La prima cosa bella’, è come ritrovarsi in famiglia dopo un lungo viaggio e rinsaldare un legame essenziale”.

Fonte : Today