Coronavirus a Roma, due casi confermati: sono due turisti cinesi in albergo di via Cavour

Coronavirus a Roma. I primi due casi accertati in Italia si trovano ricoverati in osservazione all’ospedale Spallanzani di Roma. Ad annunciare il primo caso di contagio in Italia nel corso di una conferenza da Palazzo Chigi il Premier Giuseppe Conte: “Sono confermati due casi in italia di persone contagiate da coronavirus. Si tratta di due turisti cinesi“. Il Primo Ministro ha inoltre annunciato anche che il traffico aereo da e per la Cina è stato chiuso. “Siamo il primo Paese che adotta una misura cautelativa di questo genere“.

Caso di Coronavirus a Roma 

Secondo quanto si apprende i due sarebbero marito e moglie soccorsi da un’ambulanza del 118 mercoledì scorso in via Cavour, nel Rione Monti, in Centro Storico. La coppia si trovava in Italia da circa 10 giorni. I due “sono in isolamento allo Spallanzani”, le parole del Ministro della Salute, Roberto Speranza, a palazzo Chigi. “Sono entrati da ieri (29 gennaio ndr) in osservazione“, ha spiegato Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’istituto Spallanzani di Roma, presente alla conferenza stampa con il premier Giuseppe Conte.

Nel frattempo è stata sigillata la stanza dell’albergo del centro di Roma dove negli ultimi giorni aveva soggiornato la coppia di cinesi ora ricoverata all’ospedale Spallanzani. “La stanza in cui alloggiavano marito e moglie è stata sigillata per consentire alla Asl di effettuare la decontaminazione – comunica in una nota l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio -. È già stata attivata la sorveglianza sanitaria sulle persone venute in contatto con la coppia ricoverata presso l’istituto nazionale malattie infettive Spallanzani. Sono scattate tutte le misure previste dai protocolli sia per quanto riguarda alcune persone dell’albergo, sia riguardo gli altri componenti del gruppo di turisti. Al momento sono tutti asintomatici e non destano preoccupazione“. 

La comitiva con la quale viaggiavano i due turisti ora in isolamento allo Spallanzani era atterrata all’aeroporto di Milano Malpensa. Il gruppo potrebbe aver fatto tappa in altre città prima di arrivare a Roma.

Caso sospetto di Coronavirus a Civitavecchia 

Nel frattempo è rientrato l’allarme, negativo, sulla donna che era stata soccorsa con un sospetto caso di coronavirus a bordo di una nave da crociera attraccata la mattina di giovedì 30 gennaio al porto di Civitavecchia con a bordo circa 7mila passeggeri. Come comunica in una nota l’Istituto Nazionale Malattie Infettive L. Spallanzani: “Dopo aver effettuato tutte le verifiche secondo i protocolli operativi sui due passeggeri della nave ormeggiata al porto di Civitavecchia il riscontro è negativo”.

Nei prossimi giorni, verrà comunque analizzato il percorso fatto in Italia dai due cinesi effetti dal coronavirus per evitare eventuali altri contagi. Sempre in giornata, tuttavia, l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato l’emergenza globale. 
 

Fonte : Roma Today