Italia’s Got Talent 2020: cos’è successo nella puntata 3

La terza puntata di Italia’s Got Talent è stata da brivido.

Brividi di ogni tipo: pelle d’oca da estasi, brividi da paura per esercizi al limite dell’impossibile, brividi di freddo per un numero sensazionale che ha richiamato l’attenzione su un problema caldissimo che ci tocca da vicino. Quello dei migranti.

Una puntata in cui si sono esibiti non solo talenti ma anche anime: la conditio sine qua non di un artista è quella di veicolare un messaggio e tutti (o quasi) i concorrenti della terza puntata di IGT hanno espresso qualcosa di importante.
Qualcosa che viene da lontano, da dentro, dal profondo del cuore e dell’anima appunto.

Ecco tutti coloro che si sono aperti con il pubblico, mostrandosi come un libro avvincente, nella puntata numero 3, andata in onda il 29 gennaio su Sky Uno.

Italia’s Got Talent vi aspetta tutti i mercoledì alle 21.30 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455.

01 Wom Project

Un gruppo di ballerini giovanissimi capitanato da Ludovica, 12 anni ma un’esperienza e un talento davvero incredibili.
Con il loro balletto originale, i Wom Project hanno voluto raccontare la loro età: l’adolescenza.
Con una semplice scenografia composta di una sola porta hanno saputo esprimere tutta l’energia di quell’età d’oro.

“Molto artistico” ha detto Joe Bastianich. E Frank Matano ha aggiunto che il numero è stato molto evocativo. E che i ragazzi sono stupendi tutti assieme, affiatati e coesi come solo un gruppo di amici adolescenti sa essere.

4 sì!

02 Mauro Mastrapasqua

Mauro Mastrapasqua è il concorrente di 75 anni e un mese (ci tiene a specificarlo) che viene da Bisceglie, in provincia di Bari.
Sposato da 63 anni con Antonia, ha 3 figli e 7 nipoti.
Proprio con due di queste, le nipoti, Mauro ha fatto un numero strabiliante: ha alzato le due ragazze con uno squat, sollevando un peso totale della bellezza di 150 chili!

3 sì e un no (di Joe).

03 Felice Aguilar

Una solare ragazza che arriva dalla Germania e che ama l’arte italiana.
“Voglio mostrarvi la mia arte” ha detto ed è incominciato l’incanto.
Felice Aguilar è una ballerina che si è esibita con un abito drappeggiato di veli sopra una pedana rotante e sembrava a tutti gli effetti una ballerina dei carillon.
Danza e contorsioni difficilissime, in un mix suadente e ipnotico.
Federica Pellegrini da atleta ha ammesso che è “difficilissimo mantenere un equilibrio del genere mentre giri”.
La giovane Felice Aguilar è l’unica al mondo che fa questo tipo di ballo.

4 sì!

04 Savino di Leo detto il Ciclone

Nato a Trani ma residente a Casale, Savino di Leo detto il Ciclone si è esibito in un canto e ballo del pezzo anni ’80 Rock ’n’ Roll Robot.
Nonostante la simpatia innata, non ha convinto i giudici.

4 no…

05 Rebecca Savoia

Rebecca Savoia ha 13 anni e due segreti: il primo è la passione sfegatata per Frank Matano, come ha ammesso, il secondo è un qualcosa che sembra addirittura magico.

Questa ragazza così giovane è in grado di contare il numero di lettere di una frase.
Del tipo: “Joe Bastianich è un figo” (come hanno gridato dal pubblico): 20 caratteri spazi esclusi!

4 sì!

06 Silvio Cavallo

Silvio Cavallo è un cantante e chitarrista che dire originale sarebbe riduttivo.

Con la sua chitarra si è esibito in un pezzo monocorda con testo paratattico in cui ci racconta passo dopo passo che ha preso una pizza, come l’ha presa, elenca tutti gli ingredienti e, ogni tot giri, cambia accordo spiazzando con una battuta esilarante.
Altro che i cantanti indie, come ha detto Lodovica Comello!
“Una performance super sensuale” ha commentato Joe, che ha aggiunto “io sogno quel livello di ironia che hai tu”.
Anche Mara si è setta entusiasta e molto divertita.

4 sì e non solo… Ne sentiremo ancora parlare di Silvio Cavallo… Stay tuned!

07 Asia Perris

Asia Perris è una ragazza di 20 anni che viene da Roma ed è figlia di circensi.
Sua mamma è un’equilibrista mentre suo padre era un antipodista (che purtroppo è venuto a mancare 6 mesi fa).
Il numero con cui Asia ha incantato tutti quanti è dedicato a suo padre ed è la prima cosa che lui le ha insegnato quando era una bambina.  

“Questa non è ginnastica, è arte in movimento. E tu sei un’incredibile artista”, ha detto Joe.
“Una delle performance più di talento”, è stato il commento di Frank.
Pure Mara è rimasta a bocca aperta e Federica l’ha definita “fuori dal normale”. Aggiungendo: “mi veniva male alle ginocchia solo a guardarti! Si vede che dietro ci sono anni e anni di studio”.

4 sì!

08 Angelo Ermanno

Angelo Ermanno, in arte Dialkan (unione dei suoi miti, Dalì e Kandinski) è un pittore dilettante che ha unito proprio loro, Dalì e Kandinski.
“Ho unito surrealismo e astrattismo creando una nuova corrente artistica, il surrealstrattismo”.
Ha dipinto un tramonto e un’alba su due modelle in costume ma l’esibizione non ha convinto i giudici.

4 no.

09 Claudia Lawrence

Claudia Lawrence è la concorrente che batte tutti i record di IGT: 94 anni!
E si è esibita in un numero di ballo e canto con una verve e un’energia davvero invidiabili.

In arte Claudia Loren, ha cantato la canzone Suzy unendo nel suo numero teatro, ballo e canto.

“Sei fantastica, sei quello che spero di diventare” ha detto Mara ammiratissima.

Tutti sono rimasti affascinati da questa signora energica e simpaticissima.

“Oltre al talento, veicoli un forte messaggio: quello di non mollare mai” ha detto Frank.

4 sì!

Ma non solo: dopo averle dato il verdetto dei quattro sì, Frank l’ha richiamata sul palco.

“Non mi dimenticherò mai di questa performance e l’unico modo per non farti dimenticare di me è questo”, ha detto Frank. Ed è stata esplosione di gioia: Golden Buzzer!

Frank l’ha abbracciata sul palco, una scena davvero da piangere, un frame che sembra una favola vivente.
Federica con occhi lucidi, tutto il pubblico che piange.
“Mi sono un po’ commossa” ha detto la signora Claudia a Lodo fuori dal palco. “Figurati noi!” ha risposto Ludovica con gli occhi lucidissimi.

Da pelle d’oca!

10 Ponzio Pilates

I Ponzio Pilates sono una band davvero originale proveniente da Igea Marina, in provincia di Rimini. Romagna piena e infatti simpatia (e bizzarria) piena!

Si sono esibiti suonando e cantando la canzone Vongole, con tecnicismi e virtuosismi molto ma molto avanti.
Un suono futuristico che hanno apprezzato (quasi) tutti.
Mara ha detto che gli ricordano gli Skiantos.

I Ponzio Pilates si portano a casa un no (di Joe) e tre sì.

11 Matteo Buttinoni

Matteo Buttinoni è un istruttore di scuola guida che, nonostante la professione, adora il suono del crash.
Il suo numero consiste infatti nello spaccare cose a ritmo di Don’t let me down dei Beatles.

“Più che un’installazione era una disinstallazione…” ha detto Mara. Che ha poi aggiunto quando Frank se ne è uscito con un “è concettuale” il suo giudizio più duro: “a me sembra una stron*ata!”.

3 no e 1 sì (di Frank che tuttavia ha ammesso di avergli dato sì solo perché non è passato con 3 no…)

12 Marco Sforzi

Marco Sforzi  arriva da Torino, professione agente assicurativo.
E proprio la sua professione è materia della sua passione che ci ha mostrato: legge annunci di sinistro farcendoli di battute davvero eccezionali!
Un’ironia sottile e molto elegante che gioca sui doppi sensi a tema automobilistico.

4 sì!

13 Sofia Zaninotto

Sofia Zaninotto ha portato un numero di acrobatica aerea che è andato oltre al tecnicismo in sé.

Come ha ammesso Sofia, la sua esibizione è stata un tramite per parlare di altro, come se l’acrobatica aerea fosse un linguaggio tanto quanto la pittura o la musica.
Un linguaggio per dire ciò che pensiamo. Per prendere le nostre posizioni. Questa è l’arte, signori. E Sofia ha dimostrato ampiamente di essere un’artista.
Il suo numero di acrobatica aerea si è svolto con sotto l’audio di una telefonata di richiesta di soccorso di un migrante a bordo di una barca con trecento persone, tra cui cento bambini.
“Stiamo morendo” dice la voce del ragazzo.
“Hai chiamato Malta?” è la risposta che si sente.
La chiamata poi cade, facendo il suono di quando si mette giù o salta la linea.
Questa telefonata di richiesta di soccorso al largo delle coste italiane è stata un pugno nello stomaco che ha voluto risvegliare le coscienze (spesso sporche) di noi italiani.
Ce l’ha fatta in maniera potentissima.

“Sulla vita umana non si discute, non si tratta di politica” ha detto Federica.
Mara è rimasta molto colpita: “Stavi appesa a una corda come tante persone per trovare una soluzione alla loro vita, davvero forte”.

E anche Frank si è espresso senza mezzi termini: “Questa era da brividi”.

4 sì.

14 Mario Bove

Mario Bove è il talento pazzesco in materia di carte che ha ipnotizzato tutti con un gioco strabiliante.

Mescolando e tagliando le carte come croupier, ha fatto un numero a metà tra il mago e il baro.
E con un asso nella manica come il suo talento non poteva che portarsi a casa un poker di sì!

4 sì.

15 Sant Jarnail Singh Ji Gurmat Gatka Academy

I ragazzi della Sant Jarnail Singh Ji Gurmat Gatka Academy hanno fatto una dimostrazione di una particolare arte indiana che si chiama gatka.

Vengono da Brescia ma sono tutti di origine indiana e hanno fatto venire i brividi (di paura, anche!) a tutti con il loro numero che ha mescolato chiodi da fachiro a noci di cocco spaccate in testa.
Una danza fatta di gesti estremamente violenti e pazzeschi.

Joe ha proprio detto di non avere mai visto nulla di così “selvaggio, pericoloso e potente”.

4 sì.

E indovinate un po’ chi finisce in finale di questi concorrenti?

L’irresistibile Silvio Cavallo, chitarrista e cantante monoaccordo che ci ha fatto ridere a crepapelle con il suo pezzo sulla pizza con mozzarella, prosciutto e di tutto e di più. Pure gli anacardi!

Italia’s Got Talent vi aspetta tutti i mercoledì alle 21.30 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455

Fonte : Sky Tg24