Discarica, un altro no dal M5s: 20 grillini chiedono a Raggi che la Valle Galeria sia riqualificata

Ancora un no, tra le righe, alla futura Malagrotta 2. A dieci giorni dalla richiesta alla sindaca Raggi, votata da 12 consiglieri di maggioranza, di ritirare la delibera che istituisce un sito di smaltimento dei rifiuti nel cuore della Valle Galeria, arriva un altro muro. Un’altra mozione, a prima firma della consigliera M5s Simona Ficcardi – in testa ai ribelli – che impegna la prima cittadina a valutare i requisiti per l’inserimento della Valle Galeria tra le cosiddette “aree a rischio ambientale”

Non solo la Valle Galeria a dire il vero. Ci sono anche la zona del Tmb Salario, quella di Rocca Cencia, e Castel Romano. Tutti quadranti che hanno subìto un pesante impatto da attività inquinanti sull’ecosistema. Dal “distretto dei rifiuti” che ha martoriato la Valle Galeria ai continui fumi tossici che appestano l’aria dentro e fuori il mega campo rom di Castel Romano. Ognuno ha portato la sua croce, questo l’appello, e oggi merita un nuovo corso. 

L’Assemblea capitolina ha approvato il testo con i 25 voti favorevoli di M5s (20), FdI (4) e Lega (1). La disciplina delle aree a rischio è già fissata nella legge regionale 124, approvata lo scorso 4 luglio a prima firma del consigliere del M5S alla Regione Lazio, Marco Cacciatore. Regola l’individuazione delle aree a elevato rischio di crisi ambientale – la richiesta va formulata alla Regione – e le misure per l’eliminazione o la riduzione dei fenomeni di inquinamento con relativi piani di riqualificazione e risanamento. 

I fattori determinanti? Si va dalle “gravi alterazioni degli equilibri ecologici di suolo e sottosuolo, atmosfera, acque superficiali e sotterranee”, all'”elevata concentrazione di stabilimenti industriali con possibilità di incidenti rilevanti”, alla presenza di “impianti, anche in fase di smaltimento, che impieghino materiali radioattivi destinati alla fabbricazione e stoccaggio del combustibile nucleare e dei rifiuti radioattivi”. 

In pratica si chiede alla sindaca – lo chiedono 20 consiglieri su 28 – di muoversi in direzione contraria a quella intrapresa: avviare il recupero ambientale e la riqualificazione della Valle Galeria. La mozione non ha ovviamente alcun effetto immediato sulla questione, ma ne ha sul piano politico, ennesimo tassello a suggello del malcontento montante in maggioranza sul tema discarica, e la ferma opposizione alla scelta di Raggi da parte di almeno la metà degli eletti grillini. Diversi di loro parteciperanno alla manifestazione del 5 febbraio sotto il Consiglio della Regione Lazio. Appuntamento in via della Pisana. Sarebbe invitata anche la sindaca. I cittadini le hanno inviato una pec: “Se dice che è stata obbligata da Zingaretti allora perché non viene a manifestare con noi”. 

Fonte : Roma Today