Papà tornato in Puglia per la salute della figlia, dal web tantissime offerte di lavoro

Ha toccato i cuori di tantissime persone la stori del giovane papà con una carriera molto promettente a Milano che ha deciso di lasciare tutto e tornare nella nativa Puglia per stare vicino alla figlia, cagionevole di salute. La storia di Raffaele e Aurora è stata raccontata da Inchiostro di Puglia: subito ha avuto tanto incoraggiamento e altrettante condivisioni. Il lieto fine però inizialmente è stato “solo a metà”, come ha spiegato lo stesso Raffaele, perché per quanto la bimba stia bene, il suo papà ad oggi è ancora un precario.  Eccolo, allora, il cuore grande dei pugliesi.

Tante offerte di lavoro per Raffaele

“Alla viralità dei nostri post bene o male ci siamo abituati – scrivono adesso da Inchiostro di Puglia – ma quello che ci ha stupito (ed emozionato) sono le decine di messaggi di addetti alle agenzie di collocamento private, dei responsabili ufficio personale di aziende pugliesi, di piccoli e medi imprenditori. Tutti interessati a valutare Raffaele”. In molti stanno quindi cercando di dare una mano a Raffaele e la sua famiglia, perché il suo sacrificio – tornare nella sua terra natia per una nuova vita (lavorativa), mettendo al primo posto il benessere della figlia – possa essere ripagato con una maggiore serenità, anche dal punto di vista economico. “Stiamo girando tutto a Raffaele, che non chiedeva nulla raccontando la sua storia – continuano dalla pagina Facebook da cui tutto è partito – Ma sarebbe bello se arrivasse a un lieto fine”.

La salute di Aurora resta la priorità

L’obiettivo principale rimane comunque la salute di Aurora e in Puglia la bambina almeno non deve più sottoporsi a cicli continui di antibiotici come a Milano. Raffaele ha sempre sottolineato non essersi dato per vinto neppure in ambito lavorativo e continua a fare colloqui. Nel frattempo riesce comunque a garantire ai suoi cari tutto ciò di cui ha bisogno. Raffaele è un padre magnifico e un uomo coraggioso.

Fonte : Fanpage