Nintendo incassa un miliardo di dollari grazie alle app

Negli ultimi anni, Nintendo ha portato alcune delle sue IP più famose, tra cui Super Mario, Fire Emblem e Animal Crossing, sui dispositivi mobile. Questa scelta, un po’ in controtendenza con la storia del colosso dei videogiochi, si è rivelata vincente e ha permesso all’azienda di Kyoto di guadagnare un milione di dollari grazie alle app: a renderlo noto è un nuovo report pubblicato dalla società di analisi Sensor Tower, che ha monitorato gli incassi dei giochi pubblicati sugli store di Android e iOS dalla casa di sviluppo.

I ricavi di Nintendo nel settore mobile

Il debutto di Nintendo sui dispositivi mobile risale a 2016, quando l’applicazione “Super Mario RUN”, un endless runner con protagonista il simpatico idraulico di origini italiane, ha fatto la sua comparsa sugli store di Android e iOS. In seguito sono state pubblicate altre cinque app, tutte basate sulla formula “free to play”, in grado di generare circa 452 milioni di download complessivi. Nel conteggio non sono state considerate le applicazioni legate alla gestione di Switch e lo sfortunato Miitomo, che ha chiuso i battenti il 9 maggio 2018. In media, ogni singolo download di un’applicazione di Nintendo ha prodotto 2,21 dollari di ricavi. Per quanto riguarda gli acquisti in-app, Sensor Tower riporta che i meno cari sono il Pacchetto di benvenuto di Animal Crossing: Poket Camp e il set di 48 diamantium di Dragalia Lost (0,99 dollari), mentre in tutti gli altri titoli si parte da 1,99 dollari.

Le app Nintendo più redditizie

Come prevedibile, il gioco per dispositivi mobile più redditizio è stato il popolarissimo “Fire Emblem Heroes”, che ha generato ricavi per ben 656 milioni di dollari, di cui 156 milioni generati solo nel corso degli ultimi 12 mesi. Stando a quanto riportato da Sensor Tower, il rapporto ricavi/download dell’app ha raggiunto i 41 dollari per download, una cifra vicina al costo di un titolo nuovo per Nintendo 3DS. Sul secondo gradino del podio si posiziona Animal Crossing: Pocket Camp, che ha portato nelle casse del colosso di Kyoto 131 milioni dollari. Nel corso dell’ultimo anno, i ricavi dell’app sono quasi raddoppiati, segno evidente che l’interesse attorno al gioco è ancora alto. Chiude il podio Dragalia Lost, l’unica app Nintendo non ancora arrivata in Europa. Un risultato sorprendente, soprattutto considerando che si tratta di un’IP inedita e che ha dovuto competere con nomi più famosi come “Mario Kart Tour” e “Super Mario RUN”. 

2019 da record per Nintendo Switch: è...

2019 da record per Nintendo Switch: è...


Fonte : Sky Tg24