V municipio, a bando 46 biciclette elettriche per “valorizzare itinerari turistici”

Scade il 14 febbraio 2020 il bando promosso dal V municipio per la gestione di 46 bicilette elettriche da impiegare nella valorizzazione di itinerari storici e archeologici del territorio. “Obiettivo dell’amministrazione municipale”, si legge in una nota stampa “è vuole creare dei veri e propri itinerari mai valorizzati o, addirittura, realizzati prima da scoprire e vivere in bicicletta”.

I mezzi erano stati acquistati con fondi municipali nell’annualità 2018 “per creare un servizio innovativo, ecosostenibile e a servizio della cittadinanza, sia per i residenti che per i turisti. Lo scorso anno ha poi chiesto alla direzione di mettere a bando la gestione delle 46 biciclette da sfruttare per percorsi culturali, enogastronomici, storici, archeologici e ambientali da promuovere su tutto il territorio”.

L’affidamento avrà una gestione dei 12 mesi. Al bando possono partecipare associazioni no profit. La manifestazione d’interesse rivolta alle organizzazioni che vogliono proporsi per gestire in maniera volontaria e gratuita questo servizio. Gli organismi interessati dovranno dichiarare la loro disponibilità non solo ad offrire un servizio di mobilità sostenibile e nel rispetto dell’ambiente ma dovranno occuparsi dei beni trattati compresa la manutenzione, produrre materiale informativo sull’attività svolta, garantire la loro presenza in occasione delle iniziative istituzionali patrocinate dal Municipio e assicurare la disponibilità di locale idoneo per il ricovero delle biciclette.

L’assessore alle Politiche ambientali del V municipio, Dario Pulcini, commenta: “Il municipio V può diventare grazie anche a questo progetto un polo attrattivo culturale e paesaggistico, implementando così il turismo in un’ottica di sostenibilità ambientale. Per garantire un futuro migliore e per salvare il pianeta si può e si deve iniziare infatti dai piccoli gesti quotidiani: prendendosi cura del verde che ci circonda, producendo meno rifiuti ed evitando di inquinare preferendo mezzi di trasporto alternativi all’automobile. I percorsi da fare su due ruote che vogliamo proporre saranno, infatti, alla portata di tutti. Basta solo un po’ di volontà”. 

Fonte : Roma Today