Passenger in concerto a Milano a ottobre

Prevendita al via dal 31 gennaio per il live in programma al Fabrique; e intanto arriva un nuovo singolo 

Passenger torna in Italia, a due anni dall’ultima volta, e lo fa di nuovo in quel di Milano. Il prossimo 2 ottobre, infatti, le porte del Fabrique si schiuderanno per accogliere il talento della musica britannica per la sua unica data italiana. La prevendita per il concerto, che fa parte del nuovo “World Tour 2020/2021”, partirà alle ore 10 di venerdì 31 gennaio sul circuito Ticketone: il prezzo sarà di 28 euro più diritti di prevendita.

Il nuovo singolo “Sandstorm” preludio ad un nuovo album?

L’annuncio delle date del nuovo tour mondiale è arrivato pochi giorni dopo la pubblicazione di un nuovo video, quello della versione acustica di “Sandstorm”, brano nuovo di zecca lanciato dall’artista britannico, che ha tenuto a spiegarne la genesi dalle pagine del suo sito web. «So di essere stato piuttosto silenzioso di recente, ma la verità è che abbiamo dovuto lavorare su alcune cose piuttosto eccitanti – ha scritto Mike, il suo vero nome – sono successe così tante cose nell’ultimo anno e non vedo l’ora di condividerle con tutti voi. Nel frattempo, lanciamo questo video che io e il fantastico Jarrad Seng abbiamo girato durante un nostro recente viaggio tra Dubai e il Sudafrica. È per una canzone che si chiama “Sandstorm” e che potrebbe essere o no in un nuovo album… Intanto ecco una piccola versione demo-acustica». Che sia quindi il primo abbozzo di un nuovo album?

Una carriera folgorante

In 13 anni di carriera, Passenger, al secolo Mike Rosenberg, ha pubblicato ben 12 album in studio, praticamente uno all’anno. Per quasi un decennio questo incredibile artista si è esibito in tutto il mondo, partendo dagli angoli delle strade per arrivare ai locali e ai teatri più prestigiosi di tutto il mondo. Dopo aver collaborato e aperto le date di Ed Sheeran negli States, nel 2013 pubblica il singolo che lo porta al successo, “Let Her Go”. Il brano raggiunge i primi posti delle classifiche in 19 paesi europei diventando disco di platino in Australia (cinque volte), Belgio, Regno Unito, Nuova Zelanda (due volte), Svizzera e Svezia (due volte). Il video conta oltre 2,6 miliardi di views su YouTube. Lo scorso maggio Passenger ha pubblicato “Sometimes It’s Something, Sometimes It’s Nothing at All” via Black Crow Records e i profitti della vendita dell’album sono stati devoluti in beneficenza alla no profit Shelter, che aiuta i senzatetto inglesi e scozzesi. L’album arrivava a un anno di distanza da “Runaway”, pubblicato ad agosto 2018 sempre per la Black Crow Records. Un successo di critica e pubblico: il disco ha raggiunto la Top 10 in UK, Australia e Svizzera. Il precedente “Young As The Morning, Old As The Sea”, pubblicato a settembre 2016, in una sola settimana dalla sua uscita ha raggiunto la numero 1 della Album Chart in UK, Australia, Nuova Zelanda e Svizzera, con singoli al top degli airplays radiofonici e un lunghissimo tour mondiale che ha visto Passenger impegnato in oltre 97 concerti e 23 busking shows. Un successo che, a sua volta, giungeva dopo gli ottimi riscontri di “All The Little Things”, album del 2012 diventato disco di platino e multi-platino in ben 11 paesi e contenente la super hit “Let Her Go”, brano nominato ai Brit Award come singolo dell’anno (2014) e che ha fatto conquistare a Passenger numerosi premi come un Independent Music Awards ed un Ivor Novello.

Fonte : Sky Tg24