Rugby Frascati Union 1949, capitan De Paolis: “Pausa può essere positiva”

Nota – Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Frascati (Rm) – La serie A femminile del Rugby Frascati Union 1949 tornerà a giocare gare ufficiali tra quasi due mesi. Il Sei Nazioni impone lo stop dei campionati principali e la pausa è accolta in modo positivo in casa tuscolana: “Ci permetterà di alleggerire la “pressione da gare ufficiali” e di continuare a lavorare per migliorare – racconta il capitano e mediano di apertura classe 1999 Giulia De Paolis – Nell’ultima partita persa contro le Donne Etrusche (prime delle classe assieme alle Belve Neroverdi di L’Aquila, ndr) abbiamo mostrato dei miglioramenti abbastanza evidenti rispetto alla sfida d’andata e anche a quella del turno precedente proprio con le Belve Neroverdi, soprattutto sotto il punto di vista dell’organizzazione”. Il capitano sottolinea come il gruppo fosse preparato “a soffrire” in questo primo anno di serie A: “Il livello tecnico delle avversarie è molto alto e in qualche momento c’è stata un po’ di depressione per via dei risultati, ma guardiamo principalmente alle prestazioni e ci rendiamo conto di essere sempre più competitive” chiarisce De Paolis che poi, da capitano, parla dello spirito di squadra della serie A femminile del Rugby Frascati Union 1949: “Una parte del gruppo è composta da ragazze grandi e un’altra più corposa da atlete giovani e quindi c’è stato bisogno di trovare i giusti equilibri. Ma siamo sulla buona strada anche da quel punto di vista”. La De Paolis, nonostante la giovane età, è tra le “veterane” del gruppo tuscolano: “Ho sempre giocato a Frascati sin da quando ho cominciato a giocare a rugby sette anni fa e ora sono contenta di poter vivere questa esperienza in serie A”. Sull’ultima partita contro le Donne Etrusche si è espressa anche coach Cristina Tonna: “Abbiamo subito la prima meta dopo venti minuti e questo è un dato importante considerando lo spessore tecnico dell’avversario che avevamo di fronte e pensando anche all’assenza di alcune nostre ragazze. Domenica scorsa è venuto fuori il lavoro che abbiamo fatto sin dall’inizio della stagione: su dieci mischie nel corso del primo tempo, abbiamo commesso un solo fallo e questo è indice di una disciplina che cresce. Ora, durante la pausa del campionato, le tante giovani del nostro gruppo parteciperanno alle tappe del campionato Under 18 e poi con la serie A faremo un’amichevole contro Modena che ha un percorso simile al nostro. Infine, prosegue il nostro progetto che vuole consolidare l’attività rugbystica sul nostro territorio, basti pensare alle collaborazioni in corso con Aprilia e Roma X, ma anche alla presenza di alcune ragazze di Spoleto nel gruppo della prima squadra”.

Fonte : Roma Today