A Wuhan le scuole non riaprono: gli alunni faranno lezione on line

Nella città di Wuhan, attualmente in quarantena per il rischio di coronavirus, partiranno dal 10 febbraio corsi on line per gli studenti di scuole elementari e medie. Lo riferisce al ‘People’s Daily’, il principale quotidiano cinese, l’ufficio Istruzione di Wuhan. La metropoli cinese è ormai isolata da una settimana: domani un aereo italiano con a bordo personale medico specializzato, infermieri e adeguato equipaggiamento sanitario per garantire un trasporto sicuro, sbarcherà proprio a Wuhan per riportare indietro i nostri connazionali attualmente in Cina.

Secondo i media cinesi il bilancio delle vittime è salito a 132 morti e 6.078 contagi. Nella provincia meridionale di Guangdong, tra i ricoverati figurano anche due cittadini australiani, uno studente pachistano e due persone provenienti da Hong Kong.

Coronavirus, “picco di contagi tra 10 giorni”

La diffusione del nuovo coronavirus partita dalla provincia cinese di Hubei potrebbe raggiungere il suo picco tra circa dieci giorni. A fare la previsione è lo scienziato Zhong Nanshan, lo pneumologo cinese che scoprì il coronavirus SARS nel 2003. In un’intervista con l’agenzia di stampa cinese Xinhua, Zhong si è detto convinto del fatto che il virus “raggiungerà il suo apice e successivamente non ci saranno aumenti su larga scala” della sua diffusione.

“L’epidemia della Sars durò circa sei mesi, ma io non credo che quella del nuovo coronavirus duri così a lungo” ha affermato Zhong, le cui previsioni sono in contrasto con quelle di altri esperti, tra cui Gabriel Leung, decano della prestigiosa scuola di medicina dell’Università di Hong Kong, secondo il quale il picco sarà raggiunto tra aprile e maggio.

Fonte : Today