Castel Giubileo, la collina potrebbe franare ancora: le famiglie evacuate restano fuori casa

All’alba lo smottamento della collina, il fango che irrompe nelle abitazioni tra scale inondate dalla terra e finestre rotte da rami e detriti. Sono passati tredici giorni dalla frana di Castel Giubileo: quella che ha costretto undici persone, dopo essere rimaste bloccate all’interno degli stabili al civico 157-159 di Salita di Castel Giubileo, ad abbandonare la propria casa.  

Castel Giubileo: le famiglie evacuate restano in hotel 

Per loro il circuito di assistenza del Comune con l’attivazione del protocollo Hotel solidali. Famiglie ricollocate in strutture alberghiere della zona per tentare di mantenere abitudini e una certa quotidianità. 

“C’è il rischio che i trenta giorni che prevede la delibera sulla sistemazione temporanea degli abitanti di Salita di Castel Giubileo che non possono utilizzare il loro alloggio non siano sufficienti per la sistemazione della collina” – ha detto in commissione Bilancio l’assessore all’Urbanistica, Stefano Sampaolo

Alba di fango a Castel Giubileo, frana su una palazzina: “Abbiamo sentito un grande botto”

La collina di Castel Giubileo potrebbe franare ancora

Si perchè se le case sono agibili e la montagnola nel cuore di Castel Giubileo sembra avere una buona tenuta nel complesso, a preoccupare sono le parti sommitali “che – ha riportato l’assessore – rischiano di scivolare ancora giù”. 

Dovrà essere l’Inps, proprietaria di quel terreno, a provvedere alla sistemazione: previsti drenaggio delle acque “affinchè le piovane non passnoi più su quel versante” e l’installazione di geostuoie per stabilizzare il costone. 

Il Municipio III: “Comune proroghi assistenza per sfollati”

“Lavori da svolgere in condizioni di massima sicurezza vista la ripidità del versante. Andranno poi valutate anche le condizioni meteo” – aggiunge Sampaolo. Difficile che in diciassette giorni, quelli che mancano alla scadenza dell’assistenza alloggiativa, l’Inps, tra progetto e interventi veri e propri, riesca a sistemare il tutto. 

Così il Municipio III si porta avanti. Piazza Sempione chiederà al Comune di prorogare, qualora necessario, il tempo di assistenza per gli undici evacuati di Salita di Castel Giubileo. 

“L’emergenza per ora è stata ben gestita perchè tutte le persone sono rimaste in strutture ricettive del quartiere. Come Municipio tuttavia – ha sottolineato il vicepresidente Sanpaolo – ci sentiamo in dovere di dare un segnale politico affinchè nessuno venga lasciato indietro”. 

Frana Castel Giubileo: “Bisogna ridare prestigio a collina”

“La cosa più importante è adesso assicurare alle famiglie colpite dalla frana un pronto ritorno ad una vita normale nelle proprie abitazioni, poi bisognerà anche immaginare di valorizzare dando nuovo prestigio a quella dimora e a quegli spazi storici che dominano dall’alto le case. Il patrimonio culturale, storico e paesaggistico che rappresentano è inestimabile. Piange il cuore – ha commentato Matteo Zocchi, capogruppo lista civica Caudo Presidente – a vederlo in questo stato”. 
 

Fonte : Roma Today