Per la Sanità italiana il numero di casi di virus cinese è sottostimato

Fino a che punto i numeri che arrivano dalla Cina sul numero di contagiati dal Coronavirus possono essere ritenuti attendibili? “Non credo che la Cina stia dando dati non completi per nascondere un problema. Il punto è che i dati sono relativi solo ai casi accertati, e questo lo faremo anche noi. Nel senso che sfuggono tutti i casi più lievi. Questo comporta una sottostima del numero dei casi. Quindi non saranno 6.000 contagiati, ma di più.

Secondo i modelli inglesi, per esempio, le stime vanno da migliaia di casi ad alcune decine di migliaia”. Lo ha detto Gianni Rezza, direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di sanità al termine di una riunione tecnico-scientifica presso lo stesso Iss.

“Se ci fermiamo ai dati ufficiali sottostimiamo notevolmente il numero di casi, semplicemente perché c’è una capacità limitata di intercettare tutti i casi”, ha aggiunto Rezza, osservando che nelle città cinesi il virus “corre sicuramente più velocemente che nei villaggi”. 

Fonte : Agi