Judy: una clip del film con Renée Zellweger su Sky Cinema

Questa sera all”interno della rubrica 100X100 Cinema non perdete una clip in esclusiva del film dedicato alla vita di Judy Garland (interptretata da Renéè Zellweger). Distribuita da Notorious Pictures, la pellicola sarà nei cinema italiani da  giovedì 30 gennaio

Siamo nell’inverno del 1968 e la leggenda dello showbiz Judy Garland (Renée Zellweger) arriva nella Swinging London per esibirsi al “The Talk of the Town”. Sono passati 30 anni da quando è diventata una star grazie a Il Mago di Oz , e anche se la sua voce si è indebolita, ne ha però guadagnato in intensità drammatica. Mentre si prepara per lo show, Judy litiga con i manager, affascina i musicisti e si abbandona ai ricordi insieme agli amici e agli adorati fan: il suo spirito e il suo entusiasmo risplendono. Persino i suoi sogni più romantici sembrano prendere vita, mentre inizia a essere corteggiata da Mickey Deans, che diventerà presto il suo quinto marito. Eppure Judy è fragile. Dopo aver lavorato per 45 dei suoi 47 anni, è esausta, afflitta dai ricordi di un’infanzia perduta e tormentata dal desiderio di tornare a casa dai suoi figli. Riuscirà a trovare la forza per andare avanti-

Fino al 1969 Judy Garland si è esibita in teatro e al cinema con una carriera durata oltre quarant’anni, conquistando tutto il mondo con il suo spirito, la sua intensità e le sue incredibili doti vocali.”Sono solo una delle milioni di persone che si sono innamorate di lei”, dice Renée Zellweger del suo personaggio nel film Judy .”È amata e venerata a livello internazionale, come probabilmente la più grandeperformer che sia mai esistita”.Eppure, nonostante ciò, il 1969 vide una Garland molto diversa dalla baby star degli anni ’30 e la celebrità hollywoodiana degli anni ’40 e ’50. La vita dura l’avevaresa inaffidabile e, mentre il lavoro diminuiva, si era indebitata e aveva perso lacasa.

Nel tentativo di guadagnare denaro per provvedere ai suoi figli piccoli, Judy ha accettato un lavoro redditizio, cantando per una stagione di cinque settimane a Londra al Talk of the Town, l’elegante night club di Bernard Delfont. Londra è stata l’ultima risorsa per Judy in molti modi, afferma lo sceneggiatoreTom Edge: “Londra era uno degli ultimi posti di cui Judy aveva ancora dei ricordiaffascinanti e spensierati. Per Judy era sia un’ancora di salvezza che un’opportunità per dimostrare a se stessa e agli altri che poteva ancora farcela”. Rosalyn Wilder, assunta da The Talk of the Town per occuparsi di Judy durante la sua permanenza, ha ricordato l’enorme cambiamento che aveva attraversatoLondra nel decennio precedente, rendendola una mecca culturale: “Non c’era la buona cucina, la cultura, la moda; poi ad un tratto è arrivato tutto, tutto. Lepersone avevano i soldi, le persone volevano vedere spettacoli, le persone volevano andare fuori, fare cose e essere viste”.

Fonte : Sky Tg24