Così è fallito l’assalto al portavalori sulla A1

Un rallentamento di notte sull’autostrada è un fatto alquanto inusuale. È bastato questo a far insospettire l’auto ‘staffetta’ che accompagnava il furgone blindato porta valori del Gruppo Battistolli, preso di mira la scorsa notte, intorno alle 23, da un vero commando armato che voleva assaltarlo mentre viaggiava sulla A1 all’altezza di Lodi Vecchio.

Secondo quanto spiega all’AGI Marco Meletti, Direttore Comunicazione del Gruppo Battistolli, l’intuito e la prontezza delle guardie giurate hanno evitato il peggio. “Uno dei nostri convogli, partito da Milano, dalla sede di Paderno, era sull’autostrada diretto a Bologna – racconta Meletti – quando all’altezza di Lodi Vecchio ha incontrato un rallentamento. Le guardie giurate non hanno compreso immediatamente che si trattava di un tentativo di rapina ma si sono comunque insospettite perché un rallentamento di notte in autostrada non è normale. Non c’è molto traffico, e c’è da dire che il Gruppo Battistolli è l’unica realtà autorizzata a viaggiare di notte in autostrada con il trasporto valori”.  

Fonte : Agi